rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Raffadali Raffadali

Frana Safo: il vicesindaco Iacono Manno puntualizza

L'Amministrazione comunale è prontamente e ripetutamente intervenuta subito dopo il verificarsi del primo cedimento, purtroppo l'intervento è stato infruttuoso a causa di una frana in corso sulla quale non si può proficuamente intervenire se non dopo che i terreni si siano asciugati.

In relazione al nostro articolo riguardante lo smottamento della strada in contrada Safo, il Vice Sindaco (con delega alle politiche rurali) Mirella Iacono Manno ci ha mandato una nota con la quale tiene a precisare quanto segue:

"L’Amministrazione comunale è prontamente e ripetutamente intervenuta subito dopo il verificarsi del primo cedimento, purtroppo l’intervento  è stato infruttuoso a causa di una frana in corso sulla quale non si può proficuamente intervenire se non dopo che i terreni si siano asciugati.

 Consapevoli che la situazione non si sarebbe risolta in tempi brevi, è stata nostra cura provvedere a rendere transitabile un percorso alternativo, così da consentire l’accesso alle abitazioni ed ai terreni.

 L’evolversi del dissesto ha coinvolto anche i pali della rete telefonica che sono diventati pericolosi per il transito veicolare e pedonale.

La Telecom sebbene più volte sollecitata, a tutt’oggi non ha provveduto al ripristino delle condizioni di sicurezza.

 Probabile causa del dissesto è dovuta all’appesantimento dell’area sovrastante la strada con terreno di riporto, operazione maldestramente consentita negli anni passati".

Pubblichiamo ben volentieri la nota inviataci dal vicesindaco Mirella Iacono Manno, amministratrice seria e preparata che gode della nostra stima.

La nostra intenzione non era quella di polemizzare, ma semplicemente di riportare alla luce un problema che va sicuramente risolto.

Riguardo all'intervento degli operai del comune, noi stessi lo avevamo segnalato. Per quanto concerne invece il percorso alternativo di cui parla il vicesindaco, ci hanno detto che è adatto solo a mezzi fuoristrada e non a normali autovetture, tanto che, molti, come si vede anche nella foto del nostro precedente articolo, preferiscono lasciare l'auto al limite della frana e proseguire a piedi.

Il palo pericolante non è certo un rimprovero al vicesindaco, bensì alla Telecom e quindi possiamo unire le nostre proteste.

Fondamentalmente, riteniamo, quindi, di essere perfettamente in sintonia con il vicesindaco, saremo quindi ben lieti di dare la notizia del ripristino della strada, quando questo avverrà..

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frana Safo: il vicesindaco Iacono Manno puntualizza

AgrigentoNotizie è in caricamento