menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Bruno e Longo

Bruno e Longo

Il Raffadali contro il Monreale con un solo obiettivo: la vittoria

Il calendario non favorisce infatti il Raffadali, visto che nelle prossime due gare dovrà affrontare squadre come Akragas e San Giovanni Gemini che, di certo, non sono avversarie abbordabili. A Monreale, nella gara d'andata, i ragazzi di Longo colsero la più rotonda delle vittorie (0-3) sin qui conseguite.

Vigilia non molto serena per il Raffadali di Gaetano Longo, che domani pomeriggio riceve la visita del Monreale. La squadra gialloverde è reduce da cinque sconfitte consecutive e sa benissimo che non può permettersi ancora una volta di fallire l’appuntamento con la vittoria.

Da ciò l’inevitabile pressione che grava su tutto l’ambiente gialloverde che percepisce come la gara contro il Monreale rappresenti una delle ultime opportunità per salvare la stagione.

Il calendario non favorisce infatti il Raffadali, visto che nelle prossime due gare dovrà affrontare squadre come Akragas e San Giovanni Gemini che, di certo, non sono avversarie abbordabili. Il Raffadali della prima parte della stagione non avrebbe di sicuro, paura di nessuna di questa avversarie.

A Monreale, nella gara d’andata, i ragazzi di Longo colsero la più rotonda delle vittorie (0-3) sin qui conseguite, mentre al cospetto di Akragas e Gemini ne uscì piuttosto bene, almeno sul piano del gioco.

A pesare, in questo momento sulle prestazioni di Scifo e compagni, come è facile intuire, è soprattutto l’aspetto psicologico. Da due mesi il Raffadali manca l’appuntamento con la vittoria e le cinque sconfitte consecutive hanno minato le solide certezze costruite, nei primi mesi della stagione, con grandi prestazioni e conseguenti risultati.

Il 5-1 casalingo di due settimane addietro, subito contro il Marsala, è stato forse il punto più basso della stagione. Già domenica scorsa ad Alcamo contro una delle squadre emergenti del torneo, si è visto qualche segnale di reazione e, in un certo senso, quelle risposte sul campo che Longo chiedeva ai suoi.

Da queste virtuali certezze, Longo ha cercato ancora una volta di motivare i suoi uomini e spronarli a dare il massimo in questa gara che, in caso di vittoria, potrebbe rasserenare l’ambiente e fornire la necessaria serenità per affrontare i difficili impegni successivi.

Si inizia alle 14,30 e ad arbitrare sarà il marsalese Carlo Urbano coadiuvato dagli assistenti trapanesi Gino Cassarà e Alessio Sanacore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento