menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Raffadali chiede strada al Gemini nel derby

Un nuovo successo dei gialloverdi, contro la seconda forza del torneo, avrebbe un grande significato e, probabilmente, darebbe nuovamente la forza, a Scifo e compagni, di inseguire quel posto nei play-off che fino a due mesi addietro sembrava già acquisito.

Quello che si appresta ad affrontare il San Giovanni Gemini, in un derby che si preannuncia piuttosto equilibrato, è un Raffadali, senza dubbio rinfrancato e rincuorato, rispetto a una settimana addietro.

La brillante vittoria scaccia crisi, colta all’Esseneto, sul terreno della capolista del campionato e assoluta dominatrice del torneo, ha rasserenato tutto l’ambiente gialloverde e rassicurato tutti sul futuro della squadra, già in questo torneo.

Tre punti in più o in meno, nel contesto di un intero campionato, di solito cambiano poco o niente. In questo caso però, e soprattutto in questo momento, col morale sotto i tacchi e con un ambiente decisamente sfiduciato, hanno significato tantissimo, non solo per il morale, ma anche per la classifica. La cosa più importante però, adesso, è quella di cercare di dare continuità ai risultati positivi e incanalarsi in un sentiero virtuoso che possa far riconquistare il terreno perduto negli ultimi due mesi.

La mossa della società, con il cambio in panchina, ha prodotto la scossa che il presidente Bruno, in primis, sperava. Ora tocca ai giocatori, e doppiamente al tecnico Giuseppe Geraldi, visto che riveste il doppio ruolo, sfruttare il momento favorevole e continuare su questa strada.

La gara col Gemini, come quella di domenica scorsa contro l’Akragas, offre già da sola gli stimoli giusti per affrontarla con la giusta mentalità. Se l’Akragas era ed è la capolista, il Gemini è solo un gradino più sotto e ciò fa capire quale sia la caratura della squadra allenata da Chico.

Un nuovo successo dei gialloverdi, contro la seconda forza del torneo, avrebbe un grande significato e, probabilmente, darebbe nuovamente la forza, a Scifo e compagni, di inseguire quel posto nei play-off che fino a due mesi addietro sembrava già acquisito.

Il presidente Bruno è convinto che anche oggi la sua squadra risponderà con il giusto atteggiamento. < Sono stato sempre consapevole – ha detto Fabio Bruno – anche quando i risultati e le prestazioni facevano pensare a ben altro, che la squadra che abbiamo costruito era di un livello medio-alto, rispetto agli standard della categoria. Ero più che convinto che prima o poi ci saremmo tirati fuori da quella brutta situazione in cui ci eravamo cacciati per una serie di disavventure non tutte causate da noi stessi. Il merito per esserne usciti fuori è di tutti, così come il demerito per quello che è successo negli ultimi mesi è da distribuire ugualmente a tutti noi. Nessuno compie miracoli ma ogni conquista è frutto del lavoro e dell’impegno di tutti.

Quindi anche coloro che, momentaneamente, sono rimasti fuori, mi riferisco al tecnico Longo, devono sentirsi partecipi di questa rinascita. Sono altresì convinto – continua Bruno – che il difficile viene però proprio adesso, quando c’è la convinzione di essere usciti fuori da un tunnel buio. La luce improvvisa potrebbe accecarci e farci perdere la giusta rotta. Dobbiamo invece rimanere lucidi e continuare con la massima umiltà e il sacrificio a lottare su ogni campo e contro ogni avversario per raggiungere al più presto la nostra meta>.  Il match di oggi si presenta molto difficile per la squadra di Bruno, il derby di andata fu molto equilibrato e con pochissime vere occasioni da rete e finì a reti inviolate. Oggi l’equilibrio sarà altrettanto presente, ma si spera in qualche emozione in più.

Arbitrerà Gabriele Bertelli di Busto Arsizio, assistito dagli acesi Barbagallo e Conti

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento