menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carabinieri

Carabinieri

Controlli dei Carabinieri in piazza Progresso, rilevate alcune infrazioni

Le attenzioni delle forze dell’ordine si sono soprattutto incentrate sulla rilevazione dell’inquinamento acustico che, da sempre, provoca proteste e lamentele da parte dei residenti della zona, soprattutto anziani e malati.

Prosegue l’azione repressiva da parte dei Carabinieri della stazione di Raffadali, agli ordini del comandante Gerlando Montana, a tutela della sicurezza e della quiete pubblica dei cittadini di Raffadali.

Nella centralissima piazza Progresso, luogo di ritrovo serale, e soprattutto notturno, della “movida” raffadalese, i militari dell’Arma hanno controllato i diversi locali che si affacciano sulla piazza.

Due di questi sono stati sanzionati in quanto sorpresi a vendere superalcolici oltre l’orario consentito dalla legge.

Le infrazioni sono state subito contestate agli esercenti che hanno dovuto accettare la conciliazione.

Le attenzioni delle forze dell’ordine si sono soprattutto incentrate sulla rilevazione dell’inquinamento acustico che, da sempre, provoca proteste e lamentele da parte dei residenti della zona, soprattutto anziani e malati.

Sono intervenuti tecnici specializzati dell’ARPA che hanno effettuato i rilievi acustici nelle vicinanze dei locali.

Pare che gli stessi due locali, sanzionati per la vendita dei superalcolici, siano stati trovati in difetto.

E cioè che la loro emissione acustica superasse di circa dieci decibel il limite consentito.

Nulla di certo ancora, in quanto i dati raccolti dovranno prima essere analizzati in laboratorio, dopodiché sarà possibile alle forze dell’ordine contestare anche questo tipo di infrazione ai proprietari dei locali.

Ci sperano tutti in un cambio di abitudini e un ritorno alla civiltà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento