menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Geraldi

Geraldi

Il Raffadali a Palermo per inseguire un sogno

La serenità e la tranquillità, derivanti dall’aver raggiunto l’obiettivo principale, potrebbero favorire delle buone prestazioni e i conseguenti risultati. E poi, anche se nessuno lo ammette apertamente, un pensiero a un posticino nei play-off, non è del tutto campato in aria.

Trasferta a rischio per il Raffadali di Giuseppe Geraldi che, oggi pomeriggio, farà visita ai palermitani della Parmonval impelagati in piena zona retrocessione e quanto mai bisognosi di punti.

I gialloverdi, dopo aver raggiunto l’aritmetica certezza della permanenza n eccellenza, a detta del suo tecnico, utilizzeranno le rimanenti gare per cercare di ottenere il massimo dei punti a disposizione.

La serenità e la tranquillità, derivanti dall’aver raggiunto l’obiettivo principale, potrebbero favorire delle buone prestazioni e i conseguenti risultati. E poi, anche se nessuno lo ammette apertamente, un pensiero a un posticino nei play-off, non è del tutto campato in aria.

L’Alcamo che precede il Raffadali in classifica e che occupa l’ultimo posto utile per giocare gli spareggi di fine stagione, è distanziato di soli quattro punti. E con gli alcamesi che giocano oggi ad Agrigento, ecco che un risultato positivo dei gialloverdi a Palermo, potrebbe aprire inaspettate prospettive per il finale di stagione.

Il Raffadali, in teoria, ha infatti un calendario abbastanza agevole, se si considera la forza delle squadre, giudicandole dalla loro classifica. Ma in effetti: Parmonval, Folgore e Mazara, prossime avversarie del Raffadali, sono tutte squadre che lottano per non retrocedere e in questi casi, è notorio, si riesce sempre a offrire prestazioni ben superiori alle reali capacità tecniche. 

Scifo e compagni dovranno dunque dimostrare di possedere maturità e capacità professionali non comuni, dovendo affrontare avversarie che giocano con ben altre motivazioni.

“Affronteremo queste ultime gare – ci ha detto il presidente Fabio Bruno – con il massimo impegno, senza regalare niente a nessuno. Siamo salvi ma vogliamo onorare il nostro campionato fino in fondo. Abbiamo ancora un obiettivo da raggiungere e qualche soddisfazione da prenderci e poi dobbiamo porre le basi per la prossima stagione e capire su chi possiamo fare affidamento”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento