menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cinque emendamenti dell'opposizione al bilancio comunale

In un momento di grave crisi economica abbiamo diretto le nostre scelte verso il potenziamento degli ammortizzatori sociali per particolari situazioni di svantaggio, e riduzione di tasse a tutti i cittadini raffadalesi.

Nonostante il freddo natalizio, si preannuncia una seduta “calda” per il consiglio comunale di Raffadali, convocato per il 27 dicembre prossimo e chiamato ad approvare il bilancio di previsione relativo al 2012. I consiglieri di opposizione hanno presentato 5 emendamenti, di cui 4 sono finalizzati a creare ammortizzatori sociali, mentre uno, a ridurre l’aumento della tariffa tarsu, deliberato dalla giunta comunale.

Questo il testo diffuso dal gruppo di minoranza:
“Il Primo emendamento è finalizzato alla prosecuzione  del  “Progetto Solidarietà”, avviato nel 2011 e cofinanziato dal Comune, che mira all’inserimento in ambito sociale di soggetti con particolari situazioni di disagio  psico-fisico da destinare a supporto all'attività uffici comunali. Si prevede l’inclusione di  3  soggetti per la durata di un anno.  Tale progetto è finanziato dal  possibile utilizzo delle somme disponibili ai capitoli  “Assistenza economica” e “Trasporto P. Handicap  presso centri di riabilitazione”  per complessivi  €. 10.800,00.


Il Secondo emendamento è finalizzato alla realizzazione di un intervento denominato “Voucher per Assistenza Infermieristica e Sanitaria”, che mira alla distribuzione a persone sole e bisognose (sulla base del reddito isee) di appositi voucher volti a dar loro la possibilità di ricorrere a prestazioni assistenziali ed infermieristiche a domicilio.  Tale intervento è finanziato dal  possibile utilizzo delle somme disponibili al capitolo “Assistenza Domiciliare Anziani”  per  complessivi €. 22.000,00.


Il Terzo emendamento è finalizzato alla realizzazione di 14 “Borse Lavoro”  riservate  a soggetti  adulti, in situazione di "svantaggio" da destinare a supporto delle attività produttive locali. Sono state previste  14 Borse Lavoro per la durata massima di 6 mesi. I destinatari del progetto riceveranno un rimborso spese di  € 450,00 al mese. Tale progetto è finanziato dal  possibile utilizzo delle somme disponibili ai capitoli “Spese per Refezione Scolastica”  e “Spese per trasporti scolastici”  per complessivi  €. 37.800,00.


Il Quarto emendamento è finalizzato ad  “Assegnare Borse di Studio”, per un valore di €. 500,00 cadauna, a  20  alunni che si siano contraddistinti nell’ambito dell’attività scolastica annuale e che vivano in una situazione economica difficile. Tale progetto è finanziato dal  possibile utilizzo delle somme disponibili al capitolo “Ricovero minori”  per  €. 10.000,00.


Il Quinto emendamento è finalizzato alla riduzione della TARSU per l’anno 2012.
Dalla proposta di Bilancio di Previsione anno 2012 si rileva che il credito pari ad  €. 655.073,76,  vantato dal Comune nei confronti di GESA alla data del 31/12/2011,  come anticipazione ai sensi della L.R. 19/2005, è stato trascritto pure in uscita . Stante che la natura del titolo riguarda un credito non si riesce e comprendere a chi tale spesa sia destinata. A tal proposito abbiamo chiesto un chiarimento al Collegio dei Revisori e nel contempo abbiamo previsto che tale credito vada a coprire parte del costo del servizio TARSU per l’anno 2012, riducendone la tariffa.

La scelta di ridurre il costo della TARSU  a carico dei cittadini è rafforzata anche dalla previsione delle le maggiori entrate, per evasione ed elusione, che saranno significativi anche per l’anno 2012, e dalla possibilità futura di potere utilizzare  l’avanzo di  € 617.982,83 lasciato dalla precedente amministrazione.


In un momento di grave crisi economica abbiamo diretto le nostre scelte  verso il potenziamento degli  ammortizzatori sociali per particolari situazioni di svantaggio, e riduzione di tasse a tutti i Cittadini Raffadalesi.
È quasi impossibile predisporre progetti alla data del 27/12/2012, perché approvare un Bilancio di Previsione anno 2012 il 27 dicembre significa solo autorizzare le spese decise dalla Giunta Comunale. 

Questo è il continuo segnale di svuotamento del  potere “impositivo”  affidato al  Consiglio comunale, che riceve direttamente dal popolo il suo potere rappresentativo, a differenza della Giunta che è in parte priva di una diretta legittimazione democratica.

Ciò nondimeno, auspichiamo che, in sede di Consiglio Comunale, siano riposte le prese di posizione per appartenenza politica e si valuti l’efficacia o meno delle proposte. In caso di approvazione,  sarà sufficiente predisporre, entro la fine dell’anno, gli atti di massima per l’assunzione dell’impegno di spesa per poi definire i vari procedimenti amministrativi con la dovuta tempistica.


Con l’occasione i Consiglieri dell’opposizione porgono a tutta la Cittadinanza Tanti Auguri di un sereno Natale e Felice Anno Nuovo”.

Vista la natura degli emendamenti già presentati e protocollati, è facile prevedere che la discussione sarà piuttosto lunga e animata.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento