menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cimitero di Raffadali

Cimitero di Raffadali

Bando per ventotto lotti cimiteriali

La domanda di assegnazione deve essere presentata entro le ore 12 del 26 novembre 2012. I richiedenti dovranno sottoscrivere l’impegno a versare 6000 euro entro dieci giorni dalla data del sorteggio e quindi entro il prossimo 6 dicembre.

Dopo le 184 aree cimiteriali assegnate nel 2009, per la costruzione di nuove cappelle gentilizie, il comune di Raffadali ha emesso un nuovo bando per l’assegnazione di ulteriori 28 lotti cimiteriali. La domanda di assegnazione, il cui modello è disponibile presso gli uffici comunali, deve essere presentata entro le ore 12 del 26 novembre 2012.

I richiedenti, tra le altre dichiarazioni, dovranno sottoscrivere l’impegno a versare 6000 euro entro dieci giorni dalla data del sorteggio e quindi entro il prossimo 6 dicembre. Gli assegnatari dovranno poi firmare il contratto per la concessione. L’assegnazione dell’area cimiteriale avrà una durata di 90 anni e, alla scadenza, in assenza di rinnovo, il terreno tornerà nella piena disponibilità del comune.

Incamerate tutte le somme, il comune provvederà poi all’emissione del bando pubblico per la realizzazione delle opere previste a servizio. Come per esempio: i parcheggi, i vialetti interni, gli spazi verdi con la piantumazione di alberi e tutto quanto necessario a rendere decoroso il sito.

Soltanto dopo sarà possibile ai privati iniziare la costruzione delle proprie cappelle gentilizie. L’apertura dei cantieri al cimitero rappresenta una delle priorità dell’amministrazione Di Benedetto, che spera di dare nuovo impulso all’economia locale. Il progetto, oltre alle cappelle gentilizie, prevede la costruzione di alcune centinaia di loculi comunali, mentre altri saranno realizzati dalle congregazioni religiose. Circa 800 metri quadrati, della nuova area saranno infine destinati alla costruzione di una cappella cimiteriale interreligiosa, per la quale però sarà prima necessario reperire i fondi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento