Raffadali

Il pistacchio di Raffadali sbarca a Expo 2015

pistacchio

“Dalla terra alla tavola: produttori, aziende di trasformazione e commercianti assieme, protagonisti della filiera all’interno di uno stesso territorio. Una peculiarità, straordinaria, che non ho riscontrato altrove”.

 Ecco la molla che ha spinto il Commissario straordinario, Antonio Parrinello, a promuovere la Prima Sagra del Pistacchio a Raffadali che si svolgerà sabato, 8 novembre, nella centralissima piazza Progresso. 

L’iniziativa, che gode del patrocinio del Comune, della Regione Siciliana e della Camera di Commercio di Agrigento e della collaborazione operativa di Cna, Cia e Associazione Valle del Platani, ha coinvolto le numerose e laboriose aziende del settore che operano nel contesto economico locale. 

“Arrivando a Raffadali – svela il Commissario, inviato dal governo Crocetta dopo l’improvvisa e prematura morte del sindaco Di Benedetto – mi sono imbattuto su questo singolare scenario. La curiosità e l’interesse verso il comparto dell’agricoltura, da me particolarmente attenzionato per ragioni di lavoro, mi hanno portato ad approfondire la materia e a maturare l’idea, oggi prossima ormai a diventare realtà, di organizzare una manifestazione popolare che celebri questo frutto prezioso, eccezionale, coltivato in zona, e tutte le prelibatezze da esso derivate, la cui qualità è davvero fuori dalla normalità.  

Un esempio virtuoso da esportare nel resto dell’isola, ma anche in altre parti dell’Italia. Tant’ è che ho pensato – spiega Parrinello, che è anche capo di gabinetto all’Assessorato Agricoltura - di portare questo pistacchio ad Expò 2015 di Milano, all’interno del padiglione riservato alla Sicilia, per promuoverlo, ma anche per dimostrare che la nostra agricoltura sa fare reddito e può stare, a pieno titolo e legittimamente, in mercati importanti.

Mi auguro che chi verrà dopo di me, cioè il nuovo sindaco di Raffadali, - conclude il Commissario - dia seguito a questa iniziativa in modo da farla diventare un appuntamento fisso e prestigioso nel panorama regionale, tale da assumere un ruolo centrale come volano per il tessuto produttivo ed economico del territorio e per l’intera area della valle del platani”.    

La Prima Sagra del Pistacchio, la cui regia organizzativa è stata curata da Totò Virone, consigliere comunale e dipendente Cna, offrirà un sabato pomeriggio denso di iniziative. Si parte alle ore 18: spazio ai gruppi folkloristici del luogo che prima sfileranno lungo la via Nazionale e poi si esibiranno in piazza Europa.

Alle 19,30 la presentazione del progetto “Il nostro pistacchio a Expò 2015” con gli interventi del Commissario straordinario del Comune di Raffadali, Antonio Parrinello, e del Coordinatore del padiglione “Sicilia Expò-Milano 2015” Dario Cartabellotta.

Mezz’ora più tardi ci sarà la cerimonia di inaugurazione degli stands. Alle 20,30 via alla degustazione dei prodotti gastronomici e dolciari realizzati rigorosamente a base di pistacchio: antipasti, primo piatto, frutta, tarallucci bocconcini, cannolicchi, panettone e gelato.

Una vera e propria delizia per i palati. La serata verrà allietata dai canti e dai balli della tradizione popolare siciliana. E’ prevista la perfomance artistica di Nenè Sciortino.  

L’ intera giornata di domani, venerdì 7 novembre, sarà riservata invece ad un seminario dedicato alla “valorizzazione della pistacchicoltura agrigentina: tecniche colturali ed innovative”. Il convegno, che vedrà la presenza di esperti nazionali del settore, si terrà nell’aula consiliare del Comune di Raffadali a partire dalle ore 10.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il pistacchio di Raffadali sbarca a Expo 2015

AgrigentoNotizie è in caricamento