LicataNotizie

Tributi locali, l'intervento dell'Udicon sulla situazione a Licata

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

L'Udicon, unione per la difesa dei consumatori, ha ricevuto parecchie lamentele da parte dei cittadini che lamentano la mancanza di interlocutori validi che possano chiarire la confusione che regna sui tributi locali.

Detto questo, l'Udicon nell'interesse dei cittadini, rivolge al sindaco i seguenti quesiti: 1) Perché, il Comune ha dato in affidamento diretto (per essere piu' chiari "a trattativa privata") prima alla Municipia S.p.A,dei servizi finanziari( vedi. determina dirigenziale n.162 del 21/12/2018)e poi alla "Gefil Srl" 25000 euro circa (vedi. determina dirigenziale n.144 del 23/11/2018)per l'emissione degli avvisi di accertamento dei tributi locali Tarsu/Tari anni 2013/2014.; 2) Gli atti suindicati indicano una politica di spesa e non di contenimento della stessa!(cosa che invece dovrebbe fare)dato che poi si lamenta che con l'abolizione del pagamento della terza rata Tari 2018 si crea un buco nel bilancio; 3) Perché non cita la Municipia S.p.A (società che dal 2012 al 2017 ha gestito il servizio di riscossione dei tributi locali)per danno erariale dato che a quanto pare che per colpa loro gli anni 2011/2012/2013 la Tarsu/Tari é andata in prescrizione e quindi e' stato causato il danno di cui sopra(nelle casse del comune sono mancate queste somme)invece di chiedere ai chiedere queste somme ai cittadini?

L'Udicon sempre nell'interesse dei cittadini, caro sindaco, Le chiede: 1) perché non fa decollare la gestione in "House" del servizio di riscossione dei tributi locali che porterebbe nella casse del Comune un risparmio di 2 milioni di euro circa l'anno (dato che a quanto pare la gestione privata del servizio aveva questo costo.)? ; 

2) quali sono i motivi che impediscono il decollo del servizio di cui sopra?; 

3) Perche,' se la gestione e' pubblica , non incarica qualche impresa specializzata a fate dei corsi si formazione per il personale da utilizzare per il servizio di cui sopra?; 4) Parche',invece di dare soldi a società' private,non compra tutto l'occorrente(programmi, software, corsi di formazione ecc...)per gestire il servizio di riscossione dei tributi locali in "house"?; 5) A meno che,per come si vocifera,non si voglia ritornare alla gestione.privata del servizio,ma l'U.DI.CON. non vuole credere anzi non crede a queste voci.Ma se cosi' fosse caro Sindaco dovrebbe dare molte spiegazioni e dimostrare la convenienza del ritorno alla gestione privata, ma l'Udicon ancora una volta ribadisce di non credere a questa ipotesi. Comunque, l'Udicon,sempre nell'interesse dei cittadini, finchè non avrà risposte ed atti concreti a tutti questi quesiti, ripeterà questo comunicato ogni settimana!

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento