menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tribunali minori: Graci incontra gli avvocati di Licata, Ravanusa e Campobello di Licata

Il sindaco di Licata affronterà l’argomento relativo alla paventata ipotesi di chiusura della...

Martedì, 25 ottobre 2011, alle 16, il sindaco Angelo Graci, presso la sala consiliare del palazzo di Città, incontrerà gli avvocati di Licata, Ravanusa e Campobello di Licata, con i quali affrontare l’argomento relativo alla paventata ipotesi di chiusura della sede distaccata del tribunale. Si tratta di una delle diverse iniziative avviate dall’Amministrazione comunale a difesa dell’importante ufficio a servizio della collettività, dopo l’incontro avuto venerdì scorso con il presidente del Tribunale di Agrigento Luigi D’Angelo.

“Cogliendo l’occasione per informare la cittadinanza sul prossimo incontro con gli avvocati – dichiara il sindaco – desidero intervenire anche per smentire quanto riportato oggi dal quotidiano La Sicilia, con un articolo a firma del sig. Giuseppe Patti, secondo il quale la sorte del tribunale di Licata sarebbe ormai segnata, sia a causa dei tagli previsti in finanziaria ma, si legge testualmente, soprattutto per il mancato avvio dei lavori di adeguamento dell’immobile di via Giarretta ad opera dell’amministrazione comunale. A tal proposito - continua Graci -  così come ho già avuto modo di dire la scorsa settimana, subito dopo l’incontro con il presidente del Tribunale, ribadisco che l’Amministrazione comunale ha dato la propria ampia disponibilità ad intervenire sui locali, cosa per la quale ha già predisposto gli atti da inviare al gpresidente, che, con moltà onestà, prima di dare inizio a qualsiasi intervento che comporterebbe dei costi per la collettività ci ha suggerito di attendere quali saranno le decisioni definitive del governo centrale in merito alle sorti della sede distaccata di Licata del tribunale di Agrigento. Da ciò - conclude Garci - si evince chiaramente, che non solo la responsabilità di un’eventuale soppressione non dipende da questa Amministrazione comunale, che anzi si è detta disponibile, con il presidente D’Angelo, ad ogni utile intervento, ma soltanto da decisioni del governo nazionale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Da Licata alla rotonda Giunone per "sbariari": sanzionato dipendente comunale

  • Cronaca

    Coronavirus, in Sicilia 1.120 nuovi casi (66 in provincia): 9 morti

  • Cronaca

    Restò incontinente dopo il parto, chiesti 158 mila euro di risarcimento

  • Cronaca

    La pandemia dilaga, serve garantire assistenza: 49 nuovi incarichi per Oss

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento