rotate-mobile
Licata

“Stanze della memoria in ricordo delle vittime della mafia”, il Comune presenta il progetto

Nasceranno in alcuni terreni confiscati grazie ai fondi del PNRR con un finanziamento di due milioni e mezzo di euro. Si tratta di strutture per attività socio-culturali

L'amministrazione comunale di Licata, nell'ambito della valorizzazione dei beni confiscati alle mafie finanziata dall'Unione Europea con i fondi del PNRR, ha presentato un progetto di finanziamento di due milioni e mezzo di euro per la realizzazione di iniziative socio-culturali e la promozione della cultura della legalità.

”In alcuni terreni confiscati - dice l’assessore per le politiche e la legalità Violetta Callea - nasceranno così le “Stanze della Memoria”: un memoriale in ricordo delle vittime di mafia che una volta realizzato sarà gestito con personale comunale.

Abbiamo presentato in tempo utile una proposta progettuale del valore di due milioni e 500 mila euro per la realizzazione di questa struttura, in contrada Olivastro, da destinarsi ad attività socio-culturali atta ad ospitare il memoriale. Tutto questo sui terreni confiscati alla criminalità facenti parte del patrimonio indisponibile del Comune. Ho voluto fortemente proporre, nell'ambito dei progetti finanziabili all'interno di questa misura del Pnrr, la realizzazione di questo memoriale, considerata l'importanza della diffusione dei valori di coscienza civica e cittadinanza e tenuto conto delle importanti testimonianze che abbiamo avuto anche a Licata  con Vincenzo di Salvo e Salvatore Bennici per interagire principalmente con i giovani mediante un percorso socio-culturale atto ad imprimere  un modello di vita improntato alla legalità.

 Stiamo inoltre provvedendo in questi giorni al monitoraggio di tutti i beni confiscati definitivamente acquisiti al patrimonio indisponibile del Comune. L'amministrazione comunale, con proprio provvedimento, ha già  assegnato ai vari dipartimenti i beni confiscati per la destinazione d’uso istituzionale, stabilendo di utilizzarne alcuni destinati per uso sociale con gestione diretta da parte del Comune, mentre per diversi terreni stiamo predisponendo un bando per utilizzarli in concessione appena sarà conclusa la procedura di trascrizione nei registri immobiliari”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Stanze della memoria in ricordo delle vittime della mafia”, il Comune presenta il progetto

AgrigentoNotizie è in caricamento