rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Licata Licata

"Turismo e crescita economica", il sindaco Cambiano risponde alla mozione di sfiducia

Il primo cittadino restituisce al mittente, punto per punto, le motivazioni alla base del documento presentato sedici consiglieri comunali

Il sindaco di Licata, Angelo Cambiano, restituisce al mittente, punto per punto, le motivazioni della mozione di sfiducia presentata da sedici consiglieri comunali nei suoi confronti. Lo ha fatto nel corso di una conferenza stampa questa mattina nel Palazzo di Città.

Nel corso del suo intervento, il primo cittadino - si legge in una nota - "ha difeso le scelte operate dall'amministrazione comunale per la rinascita e la crescita socio-economica e culturale del paese, scelte che hanno portato, in due anni, all'ottenimento di finanziamenti complessivi per 52 milioni di euro, trenta dei quali destinati alla messa in sicurezza del territorio, ed altri alla realizzazione o recupero di opere pubbliche". 

Il sindaco ha difeso, inoltre, la scelta relativa alla gestione in house del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani che, - si legge ancora - "oltre a determinare un abbattimento del costo complessivo del servizio di 1,2 milioni di euro l'anno, determinerà sicuramente un miglioramento dello stesso, ed un risparmio anche per le tasche dei contribuenti, evidenziando il fatto che a fare marcia indietro, quando già tutto sembrava pronto, sono stati dieci consiglieri che in campagna elettorale a sostegno di un altro candidato sindaco si  erano espressamente dichiarati a favore della suddetta formula".

"Importanti interventi sono stati già programmati ed avviati nel settore del turismo, - fanno sapere ancora dall'amministrazione - che hanno determinato una maggiore presenza di stranieri sul territorio, il recupero e la riapertura di importanti contenitori culturali e monumenti, quali museo della Badia, dopo otto anni di chiusura, la chiesa di San Francesco,  riaperta dopo 20 anni; l'imminente inizio dei lavori di recupero della Chiesa del Carmine, nonchè l'approvazione di un progetto per la realizzazione di un altra struttura turistica a Canticaglione, con un investimento, privato, di 108 milioni di euro, e la creazione di 480 posti di lavoro. L'avio della realizzazione dell'opera è previsto entro la fine del 2017. E di non minore importanza è il protocollo d'intesa sottoscritto dall'amministrazione comunale con il tour operator Thomas Cook, che garantisce settimanalmente l'arrivo in città di turisti provenienti dall'estero, grazie anche alle nuove tratte aeree per Comiso".  

Il sindaco ha inoltre citato le opere realizzate e già in cantiere per la bonifica del territorio dall'amianto, e per il recupero di spazi verdi, oltre che per la realizzazione di opere di salvaguardia del centro abitato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Turismo e crescita economica", il sindaco Cambiano risponde alla mozione di sfiducia

AgrigentoNotizie è in caricamento