menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco di Licata, Angelo Cambiano

Il sindaco di Licata, Angelo Cambiano

"Patto per Licata", Cambiano vola a Roma: "Servono misure straordinarie"

Mattinata fitta di impegni quella vissuta oggi dal primo cittadino, che ha incontrato i componenti della tredicesima Commissione, il ministro dell'Ambiente e il prefetto Sempreviva

Mattinata fitta di impegni quella vissuta oggi dal sindaco di Licata, Angelo Cambiano, a Roma, dove ha prima incontrato i componenti della tredicesima Commissione permanente Territorio, Ambiente e Beni Ambientali del Senato, presieduta da Giuseppe Francesco Maria Marinello, successivamente il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti, ed infine, al Viminale, il prefetto Maria Teresa Sempreviva, in rappresentanza del ministro Angelino Alfano, assente perchè impegnato a Maastricht.      

Nel corso dell'incontro presso la Commissione al Senato, dove lo stesso è stato convocato per l'analisi delle "Problematiche ambientali connesse alla demolizione dell'edilizia abusiva", il sindaco ha ricevuto la vicinanza dei senatori di ogni parte politica, che, tra l'altro, nel corso dei loro interventi, hanno sottolineato la singolarità del "Caso Licata".      

Da parte sua, il primo cittadino ha fatto una cronistoria degli eventi che hanno coinvolto Licata a seguito dell'avvio del processo di demolizione degli immobili abusivi insanabili, ed ha sottolienato il fatto che qualsiasi strada oggi potrà essere percorribile soltanto attraverso interventi autorevoli da parte di ogni istituzione o ente competente in materia.      

"La città – ha tra l'altro sottolineato – ha bisogno di soluzioni che sono raggiungibili solo attraverso interventi straordinari, precisi ed autorevoli, e che senza un deciso intervento sia del governo nazionale che di quello regionale, difficilmente si potrà intervenire sul territorio con politiche adeguate che prevedano misure straordinarie a favore del Comune. Da ciò la richiesta di addivenire ad un 'Patto per Licata', con l'adozione di misure straordinarie per la realizzazione di tutta una serie di interventi".      

Da parte dei componenti la tredicesima Commissione, a conclusione dell'audizione, è emerso l'impegno a ritornare sull'argomento, mediante la convocazione del presidente della Regione Siciliana e delle altre istituzioni interessate alla questione.      

Dopo il Senato, incontro del sindaco con il ministro Galletti, col quale ha messo in evidenza la necessità di intervenire in materia di salvaguardia del territorio. Il rappresentante del governo ha mostrato ampia disponibilità.        

Infine al Viminale, il primo cittadino è stato ricevuto dal prefetto Sempreviva, che ha assicurato l'adozione di misure concrete per quanto riguarda la video sorveglianza del territorio ed ha assicurato un'attenzione particolare ad esaminare la situazione economico – finanziaria del Comune con il sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei Ministri, per poi avviare procedura a favore della Città di Licata. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento