menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ospedale Licata:  Si inasprisce la battaglia pro ostetricia e ginecologia

Ospedale Licata: Si inasprisce la battaglia pro ostetricia e ginecologia

Ospedale Licata: Si inasprisce la battaglia pro ostetricia e ginecologia

Angelo Graci a Palermo, Giuseppe Arnone in città per l’assemblea tenutasi presso il nosocomio di...

Mentre il sindaco di Licata, Angelo Graci, in compagnia del collega Rosario Bonfante di Palma di Montechiaro e del ginecolo Giuseppe Greco Polito, si è recato a Palermo per partecipare al programmato incontro con l’assessore regionale alla Sanità, Russo, presso la sede della VI commissione in senso all’Ars, al fine di difendere la ferma posizione assunta allo scopo di scongiurare la chiusura del reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale San Giacomo d’Altopasso, il vice sindaco ed assessore comunale alla Sanità, Giuseppe Arnone ha partecipato all’assemblea tenutasi, sempre stamani presso il nosocomio di contrada Cannavecchia.

Al termine dell’assemblea, alla quale hanno partecipato personale medico, paramedico ed ausiliario, organizzazioni sindacali, associazioni operanti sul territorio, tutti contrari alla paventa ipotesi di soppressione del punto nascite di Licata, sono state decise alcune forme di lotta che vedano anche il coinvolgimento delle popolazioni.

“A conclusione dei lavori – sono le testuali parole del vice sindaco Arnone -  l’assemblea ha deciso di dare vita a diverse iniziative, quali il coinvolgimento del sindaco di Palma di Montechiaro che, da notizie in nostro possesso, è già attivamente all’opera a sostegno della lotta per impedire la chiusura dell’importante reparto di maternità dell’ospedale di Licata, di indire una raccolta di firme, di organizzare una manifestazione di piazza. Inoltre - conclude Arnone - a nome del sindaco e dell’amministrazione comunale, ho preannunciato la disponibilità del nostro ente ad attivare l’avvocatura comunale per presentare un ricorso al Tar contro la decisione dell’assessore regionale alla Sanità relativa all’argomento che ha determinato il movimento popolare appena avviato”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento