Sabato, 24 Luglio 2021
Licata

"Sesso con disabili psichici ospiti della comunità", collega difende imputata in aula

L'accusa è quella di avere avuto rapporti con minori di 16 anni, l'operatore: "Non mi sono mai accorto di nulla"

Foto archivio

"Non mi sono mai accorto di atteggiamenti strani o sospetti, al lavoro si comportava in maniera normale e nessuno mi disse che c'erano stati problemi". Raffaele Leonardi, collega della ventinovenne Veronica Cusumano, operatrice delle cooperative “Libero Gabbiano” e “Arcobaleno” di Licata, accusata di violenza sessuale ai danni degli ospiti della struttura, difende l'imputata sostenendo di non avere mai assistito a scene sospette nè di avere sentito situazioni anomale.

Nel processo, in dirittura di arrivo davanti ai giudici della seconda sezione penale, presieduta da Wilma Angela Mazzara, è imputato anche Mirko Giugno, 29 anni, altro operatore della comunità per disabili psichici. L'ipotesi della Procura è che i due imputati abbiano fatto sesso, in diverse circostanze, con gli ospiti della struttura, minori di sedici anni. La legge, infatti, equipara questi rapporti, anche se consenzienti, alla violenza sessuale.

I fatti contestati risalgono al periodo compreso fra il settembre del 2014 e il giugno dell'anno successivo. Il processo, per varie lungaggini, compreso il trasferimento dalla prima alla seconda sezione per questioni organizzative, si è prolungato e resta da sentire un solo testimone della lista della difesa.

Questa mattina è stato ascoltato un operatore della struttura, citato dal difensore di Veronica Cusumano, l'avvocato Salvatore Manganello (Giugno, invece, è assistito dall'avvocato Santo Lucia) che ha raccontato di non essersi accorto di alcun atteggiamento strano da parte della collega nè di avere raccolto denunce e segnalazioni da parte degli ospiti della struttura. Le violenze sarebbero avvenute di notte mentre gli altri ospiti dormivano. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sesso con disabili psichici ospiti della comunità", collega difende imputata in aula

AgrigentoNotizie è in caricamento