rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Licata Licata

Rifiuti, Adic: "Il Consiglio comunale esca dall'immobilismo"

L'associazione per la Difesa del cittadino punta il dito contro il sindaco

L'associazione per la Difesa del cittadino di Licata punta il dito contro il sindaco per il servizio della gestione dei rifiuti. 

"La gestione in house del servizio dei rifiuti solidi urbani - si legge in una nota dell'Adic - secondo il sindaco produce un risparmio di circa 150 mila euro al mese rispetto alla gestione della Dedalo Ambiente. Ciò non sembra corrispondere al vero considerato che le somme inserite in bilancio per tale servizio sono aumentate anziché diminuite. Va ricordato peraltro che l’ordinanza del sindaco con la quale il servizio di raccolta dei rifiuti è stato affidato ad una Srr (con personale della Dedalo Ambiente) va contro le determinazioni assunte in precedenza dal Consiglio comunale, che aveva deliberato l’esternalizzazione del servizio ad una impresa privata tramite un bando di gara. Ed infatti da alcuni studi emerge che il costo del servizio raccolta rifiuti affidato ad una impresa privata sarebbe all’incirca di 3,5 / 4 milioni di euro l’anno, con un risparmio di tasse per i contribuenti di quasi la metà". 

"Ancora una volta, - si legge ancora - invitiamo il Consiglio comunale ad uscire da questo immobilismo e ad agire, portando all’ordine del giorno la volontà su espressa e deliberata, anche contro il volere del sindaco". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, Adic: "Il Consiglio comunale esca dall'immobilismo"

AgrigentoNotizie è in caricamento