menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Progetti a tutela dei minori vittime di abusi e violenze

L’obiettivo strategico è quello di promuovere interventi a favore dei minori vittime di abuso e...

L’Ufficio Europa porta a conoscenza di tutti gli interessati che la Presidenza del Consiglio dei ministri – dipartimento per le Pari opportunità ha emanato l’Avviso pubblico numero 1/2011 per la concessione di contributi per il sostegno a progetti pilota per il trattamento di minori vittime di abuso e sfruttamento sessuale. Il suddetto avviso è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale numero 208 del 07/09/2011. L’obiettivo strategico è quello di promuovere interventi a favore dei minori vittime di abuso e sfruttamento sessuale e aumentare il livello di copertura nazionale dei servizi.

Le azioni ammissibili debbono consistere nel progettare e/o sviluppare,  e consolidare reti territoriali fra vari attori pubblici e privati per la definizione di strategie, azioni ed interventi integrati, pluridisciplinari e intersettoriali, in materia di protezione e reinserimento sociale delle vittime. Preparare e adattare le organizzazioni; I progetti proposti devono avere valenza territoriale intercomunale e/o interprovinciale e/o interregionale. Possono avere valenza comunale nei soli casi di capoluogo di provincia.

Possono partecipare all’Avviso solo i partneriati, in forma di Ats, costituiti da un Comune in qualità di proponente e capofila e da due soggetti afferenti alle seguenti categorie: le Regioni, gli Enti locali e territoriali, Garanti ed i pubblici tutori dell’infanzia e dell’adolescenza, le Asl, le Università e gli Enti di ricerca, le persone giuridiche private che abbiano fra le proprie finalità la tutela psico-fisica del/della minore, gli enti di promozione sociale (di cui alla legge 7 dicembre 2000, numero 383) che abbiano fra le proprie finalità la tutela psico-fisica del/della minore. Ciascun progetto può prevedere più soggetti attuatori, indicando dettagliatamente il riparto dei compiti e competenze. La scadenza per la partecipazione al bando è fissata al 21 ottobre 2011.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento