rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Licata Licata

Il melone cantalupo diventa arte, pittore catanese ricevuto a palazzo di città

Il sindaco Galanti: " L'occasione di oggi, testimonia l'intenzione dell'amministrazione comunale di intraprendere un percorso di ulteriore valorizzazione del prodotto tipico licatese"

Arte, promozione del territorio e tanto altro: Licata presente un’opera davvero speciale. Si chiama il “frutto più dolce” ed è una pittura realizzata dall'artista catanese Gaetano Guarnacci. L'opera sancisce la collaborazione tra Comune e Imprenditoria, nell'ottica della valorizzazione del Melone Cantalupo, pregiata varietà ortofrutticola licatese.

Presenti, oltre al sindaco Giuseppe Galanti e all'autore dell'opera, gli assessori Violetta Callea e Giuseppe Ripellino, ma anche il consigliere, nonché imprenditore del settore, Vincenzo Graci, Giovanni Canino e Agostino Marcellino quali rappresentanti di un'importante cooperativa agricola leader a livello nazionale, nel settore della produzione ortofrutticola.

"Da sempre, – ha affermato il sindaco Galanti - il melone Cantalupo, rappresenta uno dei prodotti ortofrutticoli di eccellenza del territorio licatese. L'occasione di oggi, testimonia l'intenzione dell'amministrazione comunale di intraprendere un percorso di ulteriore valorizzazione del prodotto tipico licatese esportato sia in Italia che all'estero dove è particolarmente apprezzato per le sue qualità".

"Sono il clima e le caratteristiche organolettiche del territorio di Licata le condizioni ottimali che hanno fatto di questa varietà il prodotto di punta dell'agricoltura licatese - ha spiegato Giovanni Canino, esperto in materia. L'opera del pittore Guarnaccia - fa presente Agostino Marcellino – sarà riprodotta a tiratura limitata in duecento esemplari, una delle quali sarà donata al Comune mentre le altre saranno distribuite tra i produttori e gli operatori del settore".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il melone cantalupo diventa arte, pittore catanese ricevuto a palazzo di città

AgrigentoNotizie è in caricamento