LicataNotizie

Covid e mercati aperti, Pullara: "Il sindaco si contraddice, chiederò intervento del prefetto"

Il parlamentare contesta le scelte fatte dal primo cittadino e attacca "il silenzio della politica locale"

Il mercato dei giorni scorsi

Cresce, e anche in modo allarmante, la curva del contagio a Licata, e questo "scalda" anche i toni della politica. A puntare il dito contro le scelte del sindaco Pino Galanti è il deputato regionale Carmelo Pullara, il quale ha annunciato che chiederà l'intervento della Prefettura rispetto alle scelte a suo dire contraddittorie adottate dal sindaco, il quale da un lato rivolgerebbe "accorati appelli alla cittadinanza di restare a casa ma dall'altro consente e apre il mercato settimanale del giovedì". 

"Non vorrei - aggiunge Pullara - che l'impennata dei contagi sia figlia anche di questa scelta. Il sindaco ha la faccia tosta da un lato incoraggia gli assembramenti tenendo aperto il mercato dall'altro invita i cittadini a stare a casa. Tutti abbiamo a cuore l’economia ed il sostegno ai commercianti ma occorre prendere una strada, non essere strabici. La cosa ancor più grave - conclude - è che tutto questo accade con il silenzio colpevole dell’intera classe politica locale".

Il mercato si farà: il sindaco Galanti ritira la precedente ordinanza

Intanto il Comune annuncia che hanno dato esito positivo i controlli effettuati all'interno di sei strutture comunali che ospitano minori stranieri non accompagnati, condotti per verificare il rispetto delle norme anti Covid.

Mercatino settimanale, gli ambulanti ringraziano il sindaco Galanti

"Dai sopralluoghi effettuati – dice l'assessore comunale alla sanità, Carmelo Castiglione - si è rilevato che tutte le strutture sono state sanificate e dotate di di materiale e presidi sanitari e di protezione, quali colonnine per l'igienizzazione delle mani, termo scanner per la misurazione della temperatura corporea, apposita cartellonista informativa per il rispetto delle misure di sicurezza anti - contagio Covid – 19, registri riportanti la misurazione della temperatura corporea giornaliera dei beneficiari e degli operatori, registri della consegna settimanale di mascherine. Tutto in piena regola, quindi, per la per la tutela della salute degli ospiti e degli operatori delle strutture degli ospiti, nonché di quanti vengono a contatto con gli stessi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento