LicataNotizie

"No trivelle", dopo la marcia si chiede l'intervento della politica

Presentato un documento in diversi punti che prevede un impegno diretto del governo nazionale e di quello regionale per fermare la campagna di ricerca nel mare licatese

Fronte "anti" trivelle, dopo la marcia si attendono risposte dalla politica. Se in migliaia nei giorni scorsi sono scesi in piazza per contestare il progetto offshore che interesserà anche il mare di Licata, adesso il "Comitato popolare contro le trivelle" sposta l'attenzione sulle responsabilità istituzionali e sulla possibilità, soprattutto, che sia la Regione quantomeno a rallentare il progetto.

"Con la manifestazione di sabato - scrivono in una nota - è stato lanciato un messaggio inequivocabile a tutti i soggetti che, a vario titolo, sono coinvolti nell’affare trivelle: i siciliani non ci stanno più, non sono più disposti a tollerare l’abuso sistematico e lo sfruttamento dei territori a vantaggio di multinazionali e del grande capitale e a danno della salute, dell’ambiente e delle economie locali. Oggi, se da un lato il territorio reagisce e resiste, con tutte le sue componenti, comprese quelle istituzionali - continuano - , il governo regionale è completamente assente e non una parola è stata proferita dal presidente Musumeci sul tema, mentre quello nazionale ha, per ora, annunciato soluzioni tampone".

Per questo il comitato ha predisposto un documento con una lunga serie di impegni "da portare a compimento"  composto da diversi punti: revoca in autotutela del provvedimento VIA relativo al progetto Offshore ibleo, rilasciato senza che siano stai valutati i grandi rischi e le conseguenze per l'ambiente, la pesca, la salute e il turismo, con conseguente decadimento della relativa concessione di coltivazione e, comunque, appoggio della denuncia di infrazione delle direttive europee, presentata dal comitato "Stoppa la piattaforma"; istituzione di una commissione di inchiesta parlamentare che faccia luce sulle numerosissime irregolarità ed anomalie nel rilascio delle autorizzazioni ambientali e a trivellare che da anni i comitati denunciano; approvazione di una moratoria riguardante le attività di ricerca, coltivazione e stoccaggio ulteriori rispetto a quelle oggetto di titoli già concessi ed a programmi di lavoro approvati in sede di conferimento dei titoli stessi, sia in mare - seguendo l’esempio di altri paesi dell’Unione Europa, come Francia e Croazia - sia su terraferma; ripristino della previsione del Piano delle aree; istituzione di un tavolo tecnico nazionale tra governo, comitati No triv e associazioni ambientaliste, per valutare e varare in tempi brevi e certi una riforma dell'intero settore degli idrocarburi e del settore ambientale; conversione in atti e leggi del Piano Blu per il Mediterraneo proposto nel 2012 da Greenpeace.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il documento è stato sottoscritto dai parlamentati nazionali Michele Sodano e Rosalba Cimino, entrambi del Movimento Cinque Stelle e consegnato al deputato regionale Carmelo Pullara, del movimento Popolari e Autonomisti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Villaseta: giovane si toglie la vita, avviate le indagini

  • Coronavirus: muore commerciante di Canicattì, seconda vittima dopo l'anziana di Sambuca

  • Coronavirus, è di nuovo raffica di positivi a Ravanusa, Palma, Canicattì, Licata, Sciacca, Cianciana e Porto Empedocle

  • Non si fermano i contagi a Sambuca, altri nove positivi: tra questi anche un impiegato

  • Amministrative, Franco Miccichè il nuovo sindaco: vittoria a valanga su Firetto

  • Coronavirus: 5 alunni positivi a Porto Empedocle e 3 a Lampedusa: salgono a 15 i contagi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento