rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Licata Licata

La città si stringe al popolo ucraino: manifestazione di solidarietà in piazza Sant’Angelo

L’amministrazione comunale ha deciso che si svolgerà domenica 6 marzo alle 18 invitando cittadini, associazioni di categoria e scuole. Nel rispetto delle normative anti-Covid non saranno previsti cortei: sarà un semplice sit-in

L'amministrazione comunale licatese, guidata dal sindaco Pino Galanti, ha deciso di organizzare una manifestazione per esprimere solidarietà al popolo ucraino. L'iniziativa è stata organizzata a conclusione di un'assemblea al palazzo di città. Oltre a Galanti c'erano gli assessori, il presidente del Consiglio comunale Giuseppe Russotto, il capo del distretto socio-sanitario Silvana Burgio, i consiglieri, le associazioni, i gruppi scout e anche dei semplici cittadini.

L'appuntamento è domenica 6 marzo alle 18 in piazza Sant'Angelo per dire tutti insieme "no" alla guerra. Nel rispetto delle normative anti-Covid, non sono previsti cortei ma sarà una semplice manifestazione statica: un vero e proprio sit-in per riflettere e pregare.

Nel corso dell'assemblea, oltre al sindaco ha parlato anche Alina Marzullo, una ragazza ucraina che vive a Licata da 17 anni. Ha dichiarato che intende partecipare alla manifestazione anche da sola: "Scenderò ugualmente in piazza - ha detto - anche se nessun cittadino vorrà prendere parte al momento di raccoglimento". 
 
Alcune associazioni, inoltre, hanno proposto di adottare almeno una famiglia di profughi ucraini e di raccogliere beni di prima necessità.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La città si stringe al popolo ucraino: manifestazione di solidarietà in piazza Sant’Angelo

AgrigentoNotizie è in caricamento