rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Licata

Licata, l'emergenza rifiuti continua: paese invaso dall'immondizia

Nonostante la sollecitazione del commissario Mariagrazia Brandara, la situazione non accenna a migliorare

Continua l'emergenza rifiuti a Licata, dove le strade sono invase dall'immondizia a causa dello sciopero degli operatori ecologici che dura ormai da dieci giorni. Lo stop degli autocompattatori, a causa dei ritardi nei pagamenti, infatti non si ferma e la situazione sta diventando sempre più insostenibile, descritta anche come invivibile dai cittadini, costretti a fare i conti con i rifiuti davanti la porta. Le situazioni più estreme in cui necessita un immediato intervento, come già richiesto dal commissario straordinario della cittadina, Mariagrazia Brandara, sono quelle per la zona antistante la chiesa Loreto, quella nei pressi della chiesa Sette spade e nel parcheggio del centro commerciale San Giorgio. 

Emergenza rifiuti a Licata

Stando a quanto dichiarato da Dedalo Ambiente, azienda incaricata della raccolta, per voce del commissario Salvatore Gueli, a causare questo sciopero sono i diversi mesi senza pagamenti per gli operatori ecologici. La situazione non è cambiata anche dopo la lettera di sollecitazione inviata dal commissario Brandara al prefetto di Agrigento Nicola Diomede. A lamentarsi per l'emergenza sono anche i cittadini che abitano nei pressi di Corso Italia e di via Palma, così come quelli di via Salso. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licata, l'emergenza rifiuti continua: paese invaso dall'immondizia

AgrigentoNotizie è in caricamento