menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rumori molesti e diatribe da vicinato: scoppia la maxi rissa, 5 arresti e feriti in ospedale

I carabinieri hanno anche sequestrato una spranga di ferro e un piccone che, a quanto pare, sarebbero stati utilizzati durante il tafferuglio

Rumori molesti e varie diatribe di vicinato hanno fatto divampare, ieri sera, una maxi rissa in un condominio di contrada Bugiades a Licata. Cinque le persone - tutti uomini - che sono state arrestate dai carabinieri. Militari dell'Arma che hanno anche sequestrato una spranga di ferro e un piccone che, a quanto pare, sarebbero stati utilizzati durante il tafferuglio. 

I coinvolti nella maxi rissa - tutti licatesi - sono rimasti feriti e sono stati portati al pronto soccorso dell'ospedale "San Giacomo d'Altopasso". Qualcuno ha riportato un trauma cranico, altri hanno ferite sparse anche al volto. Nessuno, però, per fortuna, è in pericolo di vita. 

A scontrarsi sono stati gli appartenenti a due diversi nuclei familiari. Qualcuno, temendo il peggio, ha allertato il 112 e dalla sala operativa è stata subito inviata la prima pattuglia disponibile dei carabinieri. I militari hanno riportato la calma, facilitato i soccorsi dei feriti e fatto scattare, inevitabilmente, l'arresto in flagranza di reato. Dovranno rispondere di rissa aggravata. Su disposizione della Procura di Agrigento, tutti sono stati posti ai domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Danneggia la rotonda del Quadrivio e fugge via: "beccato" dalle telecamere

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Coronavirus

Attualità

L'accademia delle Belle arti dona quindici quindici quadri al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Un agrigentino a "Uomini e donne", Gero Natale debutta su Canale 5

  • Sport

    L'ex "portierone" Daniele Indelicato vola a Dubai: affiancherà Sosa

Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento