rotate-mobile
Licata Licata

Protocollata la mozione di sfiducia per il sindaco Angelo Cambiano

La discussione dovrà avvenire non prima di 10 giorni e non dopo 30 giorni dalla presentazione

Già all'inizio del mese, 16 consiglieri comunali d'opposizione risultavano aver firmato. Ieri, la mozione di sfiducia nei confronti di Angelo Cambiano, sindaco di Licata, è stata protocollata. La mozione, adesso, passerà all'ufficio di presidenza del consiglio comunale che provvederà a concovare un'apposita seduta per la discussione che dovrà avvenire non prima di 10 giorni e non dopo 30 giorni dalla presentazione.

LEGGI ANCHE: Sedici consiglieri firmano la mozione di sfiducia per Cambiano 

Il primo giorno utile potrebbe essere il 4 agosto e l’ultimo il 24 agosto. In questo lasso di tempo dovrà essere convocata la riunione del Consiglio. I numeri però non ci sono. Almeno sulla carta. Perché i due consiglieri del Pd hanno detto di non volere la sfiducia, e non l’hanno sottoscritta così come non ha apposto la propria firma il consigliere Angelo Iacona della lista "Riprendiamo il cammino".

Nella mozione di sfiducia, Angelo Cambiano viene accusato di "essersi discostato dal gruppo e dal progetto politico che hanno permesso la sua elezione" e che "l'atteggiamento di superiorità del primo cittadino ha condotto ad uno svilimento del ruolo dell'organo democratico per eccellenza, ovvero il consiglio comunale verso il quale è stata mostrata scarsa stima e considerazione". 

Intanto, il primo cittadino ha fatto sapere che domani alle 10 al Comune, è stata fissata una conferenza stampa per discutere della mozione di sfiducia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protocollata la mozione di sfiducia per il sindaco Angelo Cambiano

AgrigentoNotizie è in caricamento