Licata Licata

"Brogli per il porto turistico", dissequestrate cabine e posti barca

L'inchiesta è quella sulla realizzazione del porto "Marina di Cala del Sole", sequestrato perché in seguito alla scadenza delle concessioni risulterebbe abusivo

Dissequestrate cabine marittime e posti barca del porto turistico "Marina di Cala del Sole" di Licata. A confermare il dissequestro - accogliendo l'istanza dell'avvocato Daniele Cammilleri - è stato il tribunale di Agrigento.

Già il Gip del tribunale di Agrigento aveva dissequestrato i beni. La Procura aveva però fatto ricorso, impugnando il dissequestro. Adesso, il tribunale della città dei Templi ha confermato il dissequestro. 

"Brogli per il porto turistico", chiesto il dissequestro di posti posti barca

L'inchiesta è quella sulla realizzazione della struttura del porto turistico "Marina di Cala del Sole", sequestrata perché in seguito alla scadenza delle concessioni risulterebbe abusiva, che sarebbe stata costruita sottraendo alle casse del Comune di Licata sette milioni di euro di oneri concessori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Brogli per il porto turistico", dissequestrate cabine e posti barca

AgrigentoNotizie è in caricamento