menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Rischio incendi, Galanti firma l'ordinanza: "Vengano mantenuti puliti i terreni"

L'inosservanza del provvedimento del sindaco comporterà una sanzione amministrativa che varia da un minimo di 250 euro fino a 500

Prevenire gli incendi. Il sindaco di Licata, Giuseppe Galanti, ha firmato l'ordinanza che impone di mantenere puliti e privi da erbacce infestanti i terreni privati. Un provvedimento che, appunto, serve a prevenire gli incendi, ma che di fatto contribuisce al miglioramento delle condizioni di vivibilità - in sicurezza e piena salute pubblica - su tutto il territorio comunale. 

Brucia da 18 ore il boschetto di Siculiana, pompieri stremati: in arrivo un canadair

"Fino al 30 settembre, nelle adiacenze del centro urbano, nell'immediata periferia, nelle zone balneari, nei fondi adiacenti a reti varie di trasporto, nei canali e fossi laterali ricadenti nelle vicinanze delle strade e in tutte le aree comunque densamente abitate, tutti i lotti privati, interclusi e non, siano, dai rispettivi proprietari o da chiunque ne abbia l'obbligo, - è stato scritto nell'ordinanza - mantenuti puliti e privi di erbacce infestanti e comunque in condizioni tali da non costituire pericolo d'incendio, degrado visivo e nocumento per la salute pubblica”.

L'inosservanza dell'ordinanza comporterà - è stato previsto - una sanzione amministrativa che varia da un minimo di 250 euro fino a 500.  "Trattandosi di ordinanza in materia di igiene e sicurezza pubblica, a carico dei proprietari e/o conduttori dei fondi, una volta individuati, - è stato previsto - sarà emanato l'ordine a provvedere alla pulizia e al diserbo dell'area, con le conseguenze che ne derivano a norma di legge".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento