Licata

Nubifragio di Licata, la giunta regionale ha stanziato 30 milioni di euro

Nel pomeriggio di oggi l'esecutivo ha approvato "gli interventi straordinari per i danni subiti dalla città". Intanto la Confcommercio chiede lo stop alle tasse per gli esercenti finiti sul lastrico a causa del maltempo

L'incontro di ieri, nell'aula consiliare, tra il presidente Crocetta e la città

Così come annunciato ieri dal presidente Rosario Crocetta, in occasione della visita a Licata, oggi pomeriggio la giunta regionale “ha approvato il finanziamento degli interventi straordinari per i danni avvenuti a Licata nei giorni scorsi a causa di un violento nubifragio e per consentire una serie di interventi strutturali, necessari al ripristino del territorio, per un totale di 30 milioni di euro”.

LEGGI ANCHE: CROCETTA A LICATA: "STANZIATI SUBITO 30 MILIONI DI EURO"

“Inoltre è stato ripartito il fondo, di circa quattro milioni di euro, destinato – si legge ancora nel comunicato stampa - alle imprese agricole che hanno subito danni a causa di eventi atmosferici nel 2015 e in particolare per eventi alluvionali: 124mila 157 Palermo; 382mila Agrigento; 2 milioni 318mila Messina; 1 milione 157mila nella provincia di Agrigento (prevalentemente a Licata). Queste somme verranno a breve erogate agli agricoltori colpiti”. Le somme assegnate agli agricoltori licatesi sono quelle relative ai danni subiti da ben 100 aziende a causa della tromba d’aria del 15 ottobre del 2015.

LEGGI ANCHE: NUBIFRAGIO A LICATA, LA PROCURA HA AVVIATO UN'INDAGINE

Intanto sulla questione del nubifragio di Licata interviene Francesco Picarella, presidente di Confcommercio Agrigento. «Quello che hanno subito la città di Licata ed i suoi commercianti durante il nubifragio dei giorni scorsi – affermano Confcommercio Agrigento e Licata - lascia molto scossi nel vedere le immagini di una città colpita da frane e allagamenti”. “Al di là dell'ovvio auspicio e della naturale sollecitazione da fare agli enti preposti, affinché intervengano con precisione e rapidità con interventi di ripristino laddove necessari - prosegue la nota - rivolgiamo un appello agli enti stessi affinché venga immediatamente chiesto lo stato di calamità naturale e si sospendano con effetto immediato le richieste di pagamento per le rispettive tasse e imposte di propria competenza, nei confronti degli abitanti e dei commercianti delle zone colpite”.

LEGGI ANCHE: COMMERCIANTI IN GINOCCHIO, ARRIVANO OPERAI E RUSPE DELL'ESA

E sempre a proposito del nubifragio stamani il Genio Civile di Agrigento ed i tecnici del dipartimento Lavori Pubblici del Comune hanno eseguito un sopralluogo nel centro abitato, soprattutto per valutare i danni che il maltempo ha provocato alle strade urbane.

LEGGI ANCHE: IL CARDINALE MONTENEGRO PREGA CON GLI AMMINISTRATORI E I COMMERCIANTI 

Ma la questione è stata affrontata anche ieri sera, nel corso di un consiglio comunale straordinario convocato dal presidente Carmelinda Callea. Alla riunione hanno partecipato una trentina di commercianti colpiti dal nubifragio, i quali hanno sollecitato l’aiuto delle istituzioni per far ripartire le aziende.

Soddisfazione per lo stanziamento di 30 milioni di euro è stata espressa da Gero Acquisto, segretario della Uil Agrigento, e dal deputato agrigentino dell'Ncd Vincenzo Fontana 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nubifragio di Licata, la giunta regionale ha stanziato 30 milioni di euro

AgrigentoNotizie è in caricamento