rotate-mobile
Licata Licata

"Fermi le demolizioni, altrimenti gli finisce male": nuove minacce per Angelo Cambiano

Il sindaco di Licata: "Sono stanco, provato, distrutto. il mio dovere è anche quello di far rispettare le sentenze della magistratura". La polizia ha avviato le indagini

"Dite al sindaco che deve fermare subito le demolizioni, altrimenti gli finisce male". E' al centralino del Comune di Licata che oggi - giorno in cui sono riprese le demolizioni degli immobili abusivi - è arrivata la telefonata anonima di minacce. Gli impiegati hanno, naturalmente, avvisato Angelo Cambiano e la polizia di Stato.

LEGGI ANCHE: Ruspe di nuovo in azione, non si sono verificati disordini 

Gli agenti del commissariato si sono subito precipitati e stanno acquisendo i tabulati telefonici. Non è escluso però che la telefonata possa essere stata fatta da una cabina telefonica. Il precedente sembra già esserci: è quello dello scorso 30 dicembre quando qualcuno chiamò, sempre al centralino del Comune, dicendo: "Siamo del'Isis, la notte di Capodanno faremo un attentato". Il contenuto delle due telefonate anonime, naturalmente, diverge in maniera sostanziale. Ma non è escluso che possa esserci una correlazione fra i due episodi.  

LEGGI ANCHE: "Siamo dell'Isis, la notte di Capodanno faremo un attentato" 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Fermi le demolizioni, altrimenti gli finisce male": nuove minacce per Angelo Cambiano

AgrigentoNotizie è in caricamento