LicataNotizie

Wwf, cerimonia e liberazione di una tartaruga in memoria di Franco Galia

I volontari hanno ricordato la figura dell'attivista con una manifestazione all'insegna dell'ambiente

Un momento della liberazione della tartaruga

In ricordo di Franco Galia, scomparso 13 anni fa, i volontari del WWF Sicilia Area Mediterranea hanno organizzato una piccola cerimonia che ha preceduto la sua liberazione di una tartaruga.

In apertura, il presidente del WWF Sicilia Area Mediterranea, Giuseppe Mazzotta, ha ricordato la figura dell'attivista scomparso.

A seguire, sono intervenuti Diego Valenti, in rappresentanza del Centro recupero fauna selvatica provinciale, che ha curato l'animale liberato oggi. Quindi ha preso la parola l'amico di impegno nel WWF, Girolamo Culmone, che con Franco Galia ha condiviso il percorso di crescita nell'associazione, fino alla direzione della Riserva di Torre Salsa a Siculiana.

Erano presenti e sono intervenuti anche l'attuale direttore della Riserva WWF di Torre Salsa, Alessandro Salemi, e il sindaco di Licata, Giuseppe Galanti.

Il comandante della Guardia Costiera di Licata, Fabrizio Pilo Gallo, ha sottolineato quanto importanti siano queste attività, per far crescere una consapevolezza, spesso disattesa, al diritto di vivere in un contesto di civiltà, che ci veda tutti più liberi nella bellezza.

Anche la Protezione Civile è stata presente alla cerimonia con i suoi volontari, guidati da Aldo Profeta, che hanno seguito tutte le operazioni logistiche.

A chiusura della cerimonia, Don Angelo, parroco della Chiesa Madre, riprendendo i dettami di Papa Francesco sulla salvaguardia del Creato, ha benedetto la tartaruga marina e tutti i presenti.

Infine, ci si è portati verso il mezzo nautico, messo a disposizione dalla Guardia Costiera per liberare la tartaruga al largo.

Sul mezzo sono saliti l'operatore del Centro Recupero e Gino Galia, fratello di Franco, responsabile del WWF di Licata e infaticabile volontario del Progetto Tartarughe WWF, autorizzato dal Ministero dell'Ambiente, e volontario del Life EuroTurtles.

Su altro mezzo nautico, messo a disposizione dalla Coast to coast, con Giuseppe Sorprendente alla guida, si sono imbarcati alcuni volontari WWF per le riprese fotografiche.

Conclusa l’operazione in mare, ci si è recati sul promontorio del cimitero per liberare una poiana, recuperata dai volontari WWF e curata sempre presso il Centro Recupero Fauna Selvatica Provinciale, diretto da Daniela Freggi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

  • Covid-19, il virus torna a tenere sotto scacco Canicattì: un morto e 35 nuovi positivi

  • Scoperto stabilimento dolciario abusivo, sequestrati generi alimentari scaduti e mal conservati: un arresto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento