menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Brucia un autocarro, artigiano 50enne nel "mirino"? Cresce l'allarme

C'è forse - visto il ripetersi dei roghi - un piromane in giro? Qualcuno che colpisce indistintamente, senza alcun programma, auto e mezzi di commercianti, casalinghe, pensionati, disoccupati, operai? O fra alcuni degli episodi incendiari è possibile ipotizzare delle correlazioni?

Ennesima notte di fuoco, a Licata. A bruciare, questa volta, è stato un autocarro Mercedes di proprietà di un artigiano cinquantenne. Il mezzo è andato completamente distrutto e le fiamme hanno annerito anche una parte del prospetto dell'adiacente scuola elementare "Profumo". E' accaduto tutto stanotte. Erano le 3 circa quando è stato, telefonicamente, richiesto l'intervento dei pompieri del distaccamento cittadino. I vigili del fuoco si sono subito precipitati in via Pompei, la strada che conduce alla chiesa della Madonna di Pompei, nella parte alta della città. 

Nuovo incendio di auto, devastata dalle fiamme l'utilitaria di una trentasettenne 

Per circa un'ora, i pompieri - idranti alla mano - hanno cercato di salvare il salvabile. Alla fine però c'è stato poco da fare per l'autocarro di proprietà dell'artigiano cinquantenne che è, appunto, andato completamente distrutto. In via Pompei anche i carabinieri che hanno subito avviato le indagini. 

Divampa un incendio, devastate due auto  

Le cause del rogo, come sempre accade ormai, non sono chiare. Né i vigili del fuoco, né tanto meno i carabinieri si sono pronunciati su quale potrebbe essere stata la causa che ha innescato la scintilla iniziale. I militari dell'Arma parlano di "cause in corso d'accertamento". 

Brucia l'auto di un disoccupato, avviate le indagini

Da mesi ormai, a Licata, è un continuo, sistematico, falò di mezzi. Episodi che si susseguono con una ciclicità allarmante. C'è forse - visto il ripetersi dei roghi - un piromane in giro a Licata? Qualcuno che colpisce indistintamente, senza alcun programma, auto e mezzi di commercianti, casalinghe, pensionati, disoccupati, operai? O fra alcuni degli episodi incendiari è possibile ipotizzare delle correlazioni? Fitto, anzi categorico, il riserbo investigativo dei carabinieri. Di fatto, però, a Licata - fra i residenti - è ormai cresciuta la preoccupazione che s'è tramutata in allarme. 

Incendiati il portone di un palazzo e l'auto di una casalinga 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento