menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giro di cocaina a cavallo fra due province, diciannove dal gup

L'inchiesta "Bazar" approda in aula per l'udienza preliminare, tre anni e mezzo fa il blitz dei carabinieri

Eroina a fiumi venduta per strada, a Licata, da una fitta rete di spacciatori: tre anni e mezzo dopo il blitz, scattato il 15 luglio del 2015 e culminato con cinque arresti, la maxi inchiesta “Bazar” approda in aula per l’udienza preliminare. Gli imputati sono diciannove.

Si tratta di: Giampiero Arrostuto, 39 anni, di Canicattì; Rosario Consagra, 50 anni, di Licata; Emanuele Marchione, 54 anni, di Licata; Giuseppe Tinnirello, 30 anni, di Palermo; Antonio Montana, 46 anni, di Licata; Vincenzo Bugiada, 46 anni, di Licata; Diego Pelonero, 45 anni, di Licata; Fuozi Ben Habit, 42 anni, originario della Tunisia e residente a Licata; Calogero Bonvissuto, 31 anni, di Licata; Vincenzo Cuttaia, 52 anni, di Licata; Antonino Caruso, 49 anni, di Licata; Melchiorre Salvatore Alabiso, 44 anni, di Licata; Salvatore Paraninfo, 30 anni, di Licata; Filippo De Caro, 45 anni, di Licata; Francesco Semprevivo, 46 anni, di Licata; Giuseppe De Caro, 38 anni, di Licata; Antonino Davanteri, 65 anni, di Licata; Giuseppe Gueli, 38 anni, di Licata e Santa Loredana Giorgio, 38 anni, di Canicattì. Ieri c’è stato il secondo passaggio in aula, anche in questo caso si è trattato di un semplice rinvio perché alcune notifiche non sono andate in porto. A decidere se accogliere la richiesta della Procura e, quindi, rinviare a giudizio gli imputati, sarà il giudice dell’udienza preliminare Stefano Zammuto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento