Domenica, 21 Luglio 2024
Licata Licata

Giro di eroina sulle strade, inchiesta "Bazar": in diciannove dal gup

Chiesto il rinvio a giudizio per gli indagati, l'operazione aveva fatto scattare cinque arresti

Eroina a fiumi venduta per strada, a Licata. Una dose costava 30 euro e il mercato sarebbe stato molto fiorente tanto che spesso conveniva comprarne un po’ di più per poi rivenderla o cederla ad amici. Diciannove indagati dell’inchiesta “Bazar”, svolta sul campo dai carabinieri, che il 15 luglio del 2015 ha fatto scattare cinque arresti, approdano in aula per l’udienza preliminare.

Si tratta di: Giampiero Arrostuto, 39 anni, di Canicattì; Rosario Consagra, 50 anni, di Licata; Emanuele Marchione, 54 anni, di Licata; Giuseppe Tinnirello, 30 anni, di Palermo; Antonio Montana, 46 anni, di Licata; Vincenzo Bugiada, 46 anni, di Licata; Diego Pelonero, 45 anni, di Licata; Fuozi Ben Habit, 42 anni, originario della Tunisia e residente a Licata; Calogero Bonvissuto, 31 anni, di Licata; Vincenzo Cuttaia, 52 anni, di Licata; Antonino Caruso, 49 anni, di Licata; Melchiorre Salvatore Alabiso, 44 anni, di Licata; Salvatore Paraninfo, 30 anni, di Licata; Filippo De Caro, 45 anni, di Licata; Francesco Semprevivo, 46 anni, di Licata; Giuseppe De Caro, 38 anni, di Licata; Antonino Davanteri, 65 anni, di Licata; Giuseppe Gueli, 38 anni, di Licata e Santa Loredana Giorgio, 38 anni, di Canicattì.

Ieri c’è stato il primo passaggio in aula con un semplice rinvio perché alcune notifiche non sono andate in porto. A decidere se accogliere la richiesta della Procura e, quindi, rinviare a giudizio gli imputati, sarà il giudice dell’udienza preliminare Stefano Zammuto. I difensori (fra gli altri gli avvocati Calogero Meli, Giuseppe Glicerio, Angelo Bonvissuto e Francesco Lumia) potranno, comunque, chiedere il rito abbreviato o il patteggiamento. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giro di eroina sulle strade, inchiesta "Bazar": in diciannove dal gup
AgrigentoNotizie è in caricamento