LicataNotizie

Disordini durante manifestazione del 25 aprile, Arnone a processo

Il gup Francesco Provenzano ha disposto il rinvio a giudizio per l'avvocato, accusato di oltraggio, resistenza e diffamazione al sindaco Firetto. Stessa decisione per tre suoi collaboratori

L'avvocato Giuseppe Arnone

Il gup del Tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano, ha disposto il rinvio a giudizio dell'avvocato Giuseppe Arnone, accusato di inosservanza dell’ordine dell’Autorità, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale, nonché diffamazione pluriaggravata ai danni del dirigente del commissariato di polizia di Licata, Marco Alletto, e del sindaco di Agrigento, Calogero Firetto.

Arnone, insieme a tre suoi collaboratori, andò a Licata in occasione dei festeggiamenti del XXV aprile ed espose uno striscione contenente delle scritte ritenute diffamatorie nei confronti di Firetto. Le altre accuse scaturiscono dalla reazione alla richiesta dei poliziotti di allontanarsi dal palco dove si stava svolgendo la manifestazione. 

L'inizio del processo è in programma il 26 aprile davanti al giudice monocratico Giancarlo Caruso. Il giudice ha emesso, invece, una sentenza di non luogo a procedere per il reato di manifestazione non autorizzata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ricerca: "Chi ha questo gruppo sanguigno è più protetto dal Covid"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Paura e contagi fuori controllo nell'Agrigentino, Cuffaro sbotta: "La verità? Siamo in mano a nessuno"

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento