LicataNotizie

"Non è più socialmente pericoloso", revocata libertà vigilata

Quarantaseienne torna libero dopo due anni di misura di sicurezza, il magistrato di sorveglianza: "Nessuna violazione durante l'esecuzione"

FOTO ARCHIVIO

"Non vi sono ragioni per prorogare la misura di sicurezza, in definitiva si deve ritenere che la pericolosità sociale sia cessata o gravemente scemata".

Con queste motivazioni il magistrato di sorveglianza Walter Carlisi, al quale si è rivolto l'avvocato Angelo Benvenuto, ha revocato la libertà vigilata al licatese Calogero Spiteri, 46 anni.

L'uomo, che ha alle spalle numerosi procedimenti giudiziari ed è stato pure dichiarato "delinquente abituale", ha scontato due anni di libertà vigilata - misura di sicurezza connessa ad una condanna che prevede alcune restrizioni della libertà personale - tenendo una condotta regolare.

Per questo il magistrato di sorveglianza ha ritenuto che non vi fosse alcuna ragione per prorogarla. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento