Domenica, 16 Maggio 2021
Licata

Rinvenuta in mare un'anfora vinaria di epoca arabo - normanna

Il prezioso reperto è stato recuperato dal pescatore Francesco Grillo a 5 miglia dalla costa. Stamani la consegna da parte della guardia di finanza al Comune

Il momento della consegna dell'anfora

Si trovava, sicuramente, a bordo di una nave che tra l’undicesimo ed il dodicesimo secolo dopo Cristo solcava i mari di Licata. Si tratta di un’anfora vinaria che alla fine dello scorso mese di luglio è stata “pescata” a 5 miglia dalla costa licatese dal pescatore Francesco Grillo.

L’anfora era stata affidata alla guardia di finanza e stamani gli agenti l’hanno consegnata al Comune. La cerimonia di consegna, della quale era stata informata la Soprintendenza del mare di Palermo, è avvenuta presso la Sezione operativa navale delle fiamme gialle, a bordo di una motovedetta. E’ stato il luogotenente della guardia di finanza Salvatore Rizzopipo a consegnare l’anfora all’assessore comunale Vincenzo Ripellino. Quest’ultimo, a sua volta, ha consegnato l’anfora a Fabio Amato, presidente dell’associazione “Finziade”, il quale si è detto pronto ad eseguire il restauro.

“Non appena l’anfora sarà stata restaurata – ha detto Ripellino – sarà esposta nella mostra dei reperti archeologici sottomarini che “Finziade” ha da tempo allestito nel chiostro di Sant’Angelo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rinvenuta in mare un'anfora vinaria di epoca arabo - normanna

AgrigentoNotizie è in caricamento