Licata

"Aggressioni in aula", Cambiano: "Si dimetta il consigliere comunale"

Il sindaco interviene sulla bagarre registrata ieri sera al Municipio. "Sono scene che mortificano e avviliscono"

Il sindaco Angelo Cambiano

“Difficile definire quello che è successo ieri durante la seduta consiliare, perché non si dovrebbe mai assistere, ne parlare di fatti incresciosi che coinvolgono le istituzioni di una città. Eppure è successo di trovarsi di fronte a scene che mortificano, avviliscono ed umiliano chi è invece intento a risollevare le sorti di una città”.

Lo dice Angelo Cambiano, sindaco di Licata, intervenendo su quanto accaduto ieri sera in consiglio comunale, quando la tensione è stata altissima, fino al punto da sfiorare lo scontro fisico.

“Un consigliere comunale – ha aggiunto Angelo Cambiano – si è reso protagonista di un atto di aggressione nei confronti del vice sindaco Daniele Vecchio. Non è ammessa la violenza in alcuna circostanza, e non è ammesso che qualcuno la possa esercitare in virtù, magari, di “toni accesi”. Perciò chiedo con forza – ha concluso il sindaco di Licata – le dimissioni di questo consigliere comunale”.

Sull’accaduto indagano gli agenti del commissariato di polizia, coordinati dal dirigente Marco Alletto, i quali stanno provando a ricostruire l’accaduto ed acquisiranno le registrazioni della seduta. Al commissariato, comunque, finora non è stata presentata alcuna denuncia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Aggressioni in aula", Cambiano: "Si dimetta il consigliere comunale"

AgrigentoNotizie è in caricamento