menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La ruspa avanza verso via Nestore Alotto per demolire un immobile abusivo

La ruspa avanza verso via Nestore Alotto per demolire un immobile abusivo

Licata, in cinque denunciati per costruzione abusiva

Sono stati sorpresi dalla polizia municipale mentre edificavano in assenza di permesso, o comunque in difformità rispetto alla concessione ottenuta dal Comune

Il lavoro delle ruspe, che stanno eseguendo le demolizioni, a Licata procede regolarmente, ma intanto c’è chi continua a costruire abusivamente. Gli agenti della polizia municipale hanno denunciato cinque licatesi per violazioni della legge sull’edilizia. Li hanno sorpresi a costruire in assenza di permesso o, comunque, in violazione rispetto alla concessione edilizia ottenuta dal Comune.

LEGGI ANCHE: "DIAMO LE CASE AI TERREMOTATI"

Le cinque persone sono state denunciate nel corso del mese di ottobre ed ora, sull’albo pretorio on line del Comune, è stato pubblicato il report delle attività che polizia municipale e dipartimento Urbanistica hanno posto in essere nel mese di ottobre, proprio per contrastare il fenomeno delle costruzioni abusive.

LEGGI ANCHE: NASCE IL COMITATO REGIONALE PER LE DEMOLIZIONI 

Intanto le demolizioni non si fermano. Da tre settimane le ruspe della ditta Patriarca Salvatore sono impegnate nell’abbattimento di un fabbricato, grezzo, di via Nestore Alotto, nel centro abitato. L’edificio, su due livelli, è stato realizzato diversi anni fa in un’area in cui insistono due vincoli: quello archeologico ed il vincolo cimiteriale. Nella zona, però, l’intervento è ormai agli sgoccioli, perciò a breve le ruspe si trasferiranno altrove. Le case da demolire, soprattutto villette edificate entro i 150 metri dalla battigia, a Licata sono ancora 88.

LEGGI ANCHE: ABUSIVISMO, CAMBIANO "RESISTE" E NON SI DIMETTE

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento