rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Licata Licata

Droga, maxi inchiesta "Ballarò": chieste sette condanne e 33 assoluzioni

Conclusa, dopo cinque udienze, la requisitoria del pm Santo Fornasier. Molti reati sono prescritti

La requisitoria è stata scandita già nelle prime quattro udienze con le relative richieste conclusive illustrate per singoli capi di imputazione. Tre le condanne richieste nella prima parte: 3 anni e 6 mesi per Cambiano, 2 anni e 6 mesi per Incorvaia e 3 anni e 3 mesi per Di Bartolo. Assoluzione per Licata, Federico Savio, Castagna, Napoli, Vitali, Francesco Lombardo, Bosa, Morello, Spiteri e Scalisi; prescrizione per Bonvissuto, Florio, Ciccatello, Balsamo e Di Pietro. Nella seconda udienza sono state trattate altre cinque posizioni.

Il pm Fornasier aveva chiesto la riqualificazione in fatto “di lieve entità” e la conseguente prescrizione dei reati contestati per Calderaro, Sgreva e Bonaffino. Assoluzione perché il fatto non sussiste per Trigona: anche per lui un capo di imputazione è stato ritenuto prescritto dopo essere stato riqualificato. Due anni di reclusione per Gueli con una assoluzione relativa a un singolo capo di imputazione. Assoluzione perché il fatto non sussiste per Russo. Alla penultima udienza sono state trattate le posizioni di Consagra, Cannizzaro, Cavallo e i due Valletti. Fornasier ha chiesto la condanna di Cannizzaro a 4 anni di reclusione;  4 anni e 6 per Consagra. Ieri ha proseguito: per Domenico Lombardo 3 anni; per tutti gli altri assoluzione.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga, maxi inchiesta "Ballarò": chieste sette condanne e 33 assoluzioni

AgrigentoNotizie è in caricamento