LicataNotizie

Donne vittime di violenza, approvata la convenzione per il sostegno economico

L'obiettivo è quello di assicurare la permanenza in case di accoglienza ad indirizzo segreto o strutture di ospitalità in emergenza

Sostegno economico alle rette di ricovero per donne sole, ai loro figli minori o diversamente abili, vittime di violenza nelle case di accoglienza. La giunta municipale di Licata ha approvato lo schema di convenzione tra l'assessorato regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e del lavoro e il Comune di Licata.

L'obiettivo è quello di assicurare la permanenza in case di accoglienza ad indirizzo segreto o strutture di ospitalità in emergenza a donne vittima di violenza e dei loro figli minori e/o disabili per vari motivi di sicurezza e privacy, per i quali non è ipotizzabile una permanenza nel contesto familiare di appartenenza, né l'attivazione di altre forme di intervento. Tali strutture sono abilitate ad assicurare una convivenza di tipo familiare e, al tempo stesso, il sostegno per l'individuazione e il superamento delle difficoltà che hanno determinato la necessità di accoglienza in idonee strutture. Con la sottoscrizione dello schema di convenzione il Comune ha diritto ad ottenere i finanziamenti necessari per provvedere al sostegno economico per il pagamento delle rette di ricovero in strutture autorizzate o iscritte all'apposito albo regionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, traffico di droga e politica: scatta l'operazione "Oro bianco": 12 arresti, ecco i nomi

  • Fiumi di droga, estorsioni, minacce e il "braccetto" con la politica: ecco i dettagli dell'operazione "Oro bianco"

  • Scontro fra due auto nella zona industriale, muore impiegata 62enne

  • Rimorchio si sgancia da tir e travolge auto: due feriti, uno in gravi condizioni

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore (+79 in provincia): la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento