menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Donna trovata morta in un lago di sangue: indagano i carabinieri

A scoprire il cadavere in casa è stato il marito. Per i militari esistono pochi dubbi sul fatto che la licatese si sia suicidata accoltellandosi all'addome

Una donna di Licata è stata rinvenuta cadavere nel pomeriggio nella sua abitazione. A trovarla è stato il marito. La donna era riversa a terra, in cucina, in un bagno di sangue. Per i carabinieri della compagnia cittadina, che indagano sull’accaduto, esistono pochi dubbi sul fatto che la licatese si sia suicidata, ma per le modalità dell’accaduto il pm di turno in procura ha, comunque, disposto l’autopsia sul cadavere. L’esame sarà eseguito la prossima settimana ad Agrigento.

Secondo la ricostruzione degli investigatori la donna, mentre si trovava in casa da sola, si sarebbe accoltellata all’addome. La licatese, utilizzando un coltello da cucina, a più riprese avrebbe inferto i fendenti contro se stessa. La morte sarebbe sopravvenuta per emorragia. I carabinieri, avvertiti dal marito della signora, sono intervenuti nell’abitazione ed hanno eseguito i rilievi di rito.

Nella casa non sono stati trovati segni di effrazione, né sul corpo della donna c’erano segni di violenza. L’ipotesi del suicidio, dunque, rimane quella maggiormente accreditata dagli investigatori. Ammesso che ci sia qualche dubbio, a chiarirli sarà l’autopsia che verrà eseguita al massimo martedì prossimo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento