Mercoledì, 28 Luglio 2021
Licata

Distrutto l’autocarro di un agricoltore, nessun dubbio: incendio doloso

Delle indagini si stanno occupando i poliziotti del commissariato cittadino. Fitto è il riserbo degli investigatori che non lasciano trapelare alcuna indiscrezione

foto archivio
Nessun dubbio. Non questa volta. L’incendio che ha inghiottito e distrutto l’autocarro di un agricoltore ventisettenne è stato di matrice dolosa. E’ accaduto tutto, nei giorni scorsi, in contrada San Michele a Licata. Delle indagini si stanno occupando i poliziotti del commissariato cittadino. Fitto è il riserbo degli investigatori che non lasciano trapelare alcuna indiscrezione.

Il mezzo era stato lasciato posteggiato, forse come sempre, in contrada San Michele. Durante la notte, le fiamme e il fumo. Il rogo ha distrutto completamente il piccolo autocarro e l’incendio, a quanto pare, non è risultato essere coperto da polizza assicurativa. A precipitarsi sul posto, non appena è stato incamerato l’allarme in sala operativa, sono stati i vigili del fuoco del distaccamento cittadino. Al lavoro, per ore ed ore appunto, anche gli agenti del commissariato di Licata. Quando i pompieri hanno spento le fiamme, i poliziotti si sono occupati del sopralluogo di rito: verifiche e ispezioni per cercare di chiarire, fin da subito, la natura della scintilla iniziale.

Non filtrano indiscrezioni al riguardo, ma a quanto pare non vi sarebbero dubbi che l’incendio sia di matrice dolosa. Servirà però, comunque, del tempo per lasciare progredire l’attività investigativa a cui spetta il compito di fare massima chiarezza sull’accaduto. Come procedura impone, appare scontato che i poliziotti del commissariato di Licata abbiano già sentito il proprietario del mezzo andato distrutto: l’agricoltore ventisettenne. Anche su questo fronte non filtrano indiscrezioni. Le bocche dei poliziotti sono rigorosamente cucite. L’incendio dell’autocarro viene a registrarsi dopo un periodo di relativa calma apparente. A Licata ci sono state settimane e mesi in cui i roghi di autovetture, furgoni e camion si susseguivano, con cadenza quotidiana, ogni notte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Distrutto l’autocarro di un agricoltore, nessun dubbio: incendio doloso

AgrigentoNotizie è in caricamento