Licata

Comune in crisi, il sindaco si appella a Palermo e Roma

Angelo Cambiano ha scritto una lettera ai presidenti Crocetta e Renzi, evidenziando le "gravi difficoltà che vive ogni amministrazione comunale"

Il sindaco Angelo Cambiano

Il sindaco di Licata, Angelo Cambiano, rivolge un appello ai Governi regionale e nazionale, chiedendo di “fornire al Comune Licata adeguati strumenti finanziari per poter fronteggiare le criticità che stanno investendo la città e dare risposte concrete ai bisogni di tutta la comunità, auspicando l'individuazione di soluzioni valide e capaci di ridare fiducia ai cittadini licatesi”.

“Non si può scaricare sui sindaci – scrive Cambiano - il peso di dover garantire servizi le cui competenze gravavano fino a qualche tempo fa sulle Province e sulla Regione e che oggi, devono essere forniti dai Comuni e per di più in presenza di continui tagli dei trasferimenti. Mi riferisco al servizio di autonomia e comunicazione per i bambini con difficoltà, fino a qualche tempo fa gestito dall'ex Provincia e oggi passato al Comune, così come al trasporto urbano, che fino a qualche tempo fa era finanziato dalla regione e per il quale, oggi, bisogna investire risorse comunali per sopperire ai continui tagli, al servizio dei disabili mentali costa al Comune circa un milione di euro l'anno, e a tutti i servizi obbligatori che pesano sulle casse comunali”. Secondo Angelo Cambiano “se i Comuni della Sicilia sono al collasso bisogna fare un’accurata analisi per trovarne le cause, che certamente non sempre risiedono in cattive amministrazioni locali, ma in scelte politiche regionali e nazionali, che ora rischiano di compromettere la tenuta sociale dei territori. E' per questo motivo che rivolgo un appello ai governi, Regionale e Nazionale, affinché siano individuate nuove soluzioni di carattere legislativo e amministrativo in grado di fronteggiare tutte le criticità, oltre che sbloccare tutte le risorse finanziarie destinate ai Comuni”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune in crisi, il sindaco si appella a Palermo e Roma

AgrigentoNotizie è in caricamento