menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Licata, Comune condannato a risarcire un commerciante

L'uomo aveva perduto tutto dopo che, a causa delle forti piogge, parte del centro storico si era allagato. Adesso l'ente dovrà sborsare 20 mila euro

Il Comune di Licata condannato a risarcire un commerciante con circa 20 mila euro. Lo ha deciso giudice civile Gerlando Lo Presti Seminerio dopo che l'uomo, assistito dall'avvocato Maria Cecilia Peritore, ha citato in giudizio il Comune.

La vicenda ha inizio tre anni fa, quando, il 6 ottobre 2013, a causa delle forti piogge che si erano abbattute su Licata, allagando parte del centro storico, un commerciante aveva perduto tutto. Il legale dell'uomo ha sostenuto, durante la causa civile, che il sistema di smaltimento delle acque piovane nella zona non aveva funzionato adeguatamente e che non era stata messa in funzione tempestivamente la pompa idrovora.

Adesso il giudice ha dato ragione al commerciante, condannando il Comune ad un risarcimento di circa 20 mila euro e al pagamento delle spese legali. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento