rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
Licata Licata

Canapa indiana fra le zucchine, sequestrati 15 chili di "roba": due arresti

A finire nei guai sono stati Angelo Callea di 51 anni, proprietario del terreno, e Giacomo Vinci, bracciante agricolo, di 46 anni

Canapa indiana fra le zucchine. A scoprire la piantagione - composta da 70 piante alte circa un metro, per un peso totale di circa 15 chili, - sono stati i carabinieri della compagnia di Licata. Due le persone che sono state arrestate in flagranza di reato per l'ipotesi di reato di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Gli arresti sono stati già convalidati. 

A finire nei guai sono stati Angelo Callea di 51 anni, proprietario del terreno, e Giacomo Vinci, bracciante agricolo, di 46 anni. Gli arresti sono stati già convalidati. 

I carabinieri, da qualche tempo, avevano notato movimenti anomali nelle vicinanze del fondo agricolo di contrada Fiumevecchio. E' scattato, negli scorsi giorni, dunque, il blitz. Sul posto, è stato subito rintracciato il proprietario, in compagnia di un altro bracciante agricolo, quarantaseienne. In una serra, adibita alla coltivazione di zucchine, è saltata fuori una piantagione con circa settanta piante di canapa indiana che una volta essiccata, sarebbe stata pronta ad essere smerciata.

Al termine delle operazioni, le piante di marijuana - sequestrate dai militari - sono risultate del peso complessivo di oltre quindici chili. L’autorità giudiziaria ha già convalidato l’arresto e ha disposto che il bracciante agricolo venga ristretto agli arresti domiciliari mentre il proprietario del fondo sarà sottoposto all’obbligo di dimora nel comune di Licata.

I carabinieri stimano che il quantitativo di droga sequestrato, se ceduto al dettaglio, avrebbe potuto fruttare alcune migliaia di euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Canapa indiana fra le zucchine, sequestrati 15 chili di "roba": due arresti

AgrigentoNotizie è in caricamento