LicataNotizie

Canapa indiana fra le zucchine, sequestrati 15 chili di "roba": due arresti

A finire nei guai sono stati Angelo Callea di 51 anni, proprietario del terreno, e Giacomo Vinci, bracciante agricolo, di 46 anni

Canapa indiana fra le zucchine. A scoprire la piantagione - composta da 70 piante alte circa un metro, per un peso totale di circa 15 chili, - sono stati i carabinieri della compagnia di Licata. Due le persone che sono state arrestate in flagranza di reato per l'ipotesi di reato di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Gli arresti sono stati già convalidati. 

A finire nei guai sono stati Angelo Callea di 51 anni, proprietario del terreno, e Giacomo Vinci, bracciante agricolo, di 46 anni. Gli arresti sono stati già convalidati. 

I carabinieri, da qualche tempo, avevano notato movimenti anomali nelle vicinanze del fondo agricolo di contrada Fiumevecchio. E' scattato, negli scorsi giorni, dunque, il blitz. Sul posto, è stato subito rintracciato il proprietario, in compagnia di un altro bracciante agricolo, quarantaseienne. In una serra, adibita alla coltivazione di zucchine, è saltata fuori una piantagione con circa settanta piante di canapa indiana che una volta essiccata, sarebbe stata pronta ad essere smerciata.

Al termine delle operazioni, le piante di marijuana - sequestrate dai militari - sono risultate del peso complessivo di oltre quindici chili. L’autorità giudiziaria ha già convalidato l’arresto e ha disposto che il bracciante agricolo venga ristretto agli arresti domiciliari mentre il proprietario del fondo sarà sottoposto all’obbligo di dimora nel comune di Licata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I carabinieri stimano che il quantitativo di droga sequestrato, se ceduto al dettaglio, avrebbe potuto fruttare alcune migliaia di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 59 nuovi positivi nell'Agrigentino: ci sono anche insegnanti e studenti, è raffica di scuole chiuse

  • Regione, firmata l'ordinanza: centri commerciali e outlet chiusi la domenica pomeriggio e coprifuoco dalle 23

  • Coronavirus: "pioggia" di casi tra Agrigento, Favara, Ribera e Sciacca

  • Amministrative, Franco Miccichè il nuovo sindaco: vittoria a valanga su Firetto

  • Cosa fare se si è entrati in contatto con una persona positiva al coronavirus

  • L'ultimo bagno della stagione si trasforma in tragedia: annegato un turista 51enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento