rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Licata Licata

Bullismo e pericoli su internet, la polizia incontra gli studenti

Presentata la nuova applicazione “Youpol” per segnalare, anche in forma anonima, episodi di violenza e spaccio di sostanze stupefacenti

La polizia di Stato ha incontrato gli studenti e i docenti dell’istituto comprensivo statale “Leopardi”, plesso “Bonsignore”.

Si è trattato di un’iniziativa legata alla quinta edizione del concorso/progetto “PretenDiamo legalità”, promosso dalla polizia di Stato in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione. Iniziativa che si inserisce nel più ampio progetto di educazione alla legalità attraverso la diffusione della cultura dei valori civili quali il rispetto delle regole, la solidarietà e l’inclusione, nella quale gli studenti degli istituti scolastici della provincia dialogano con i funzionari polizia e personale della Questura che illustrano agli studenti tematiche di particolare interesse ed attualità.

Hanno partecipato i ragazzi delle terze classi della scuola secondaria di primo grado con il dirigente scolastico Maurizio Buccoleri e con la guida delle docenti Maria Immacolata Cacciatore, Viviana Pitruzzella e Vittoria Rizzo.

Il dirigente del Commissariato di polizia di Licata, il vice questore della Cesare Castelli, ha illustrato le numerose attività quotidiane della polizia di Stato affrontando i temi finalizzati a rafforzare la cultura della legalità, nonché le tematiche connesse alla prevenzione e al contrasto del bullismo e del cyberbullismo, anche alla luce delle recenti novità normative in materia.

Inoltre, ai numerosi ragazzi intervenuti sono stati mostrati alcuni video e sono stati affrontati i temi della cittadinanza attiva e digitale, soprattutto finalizzati all’uso consapevole dei mezzi di comunicazione virtuale   i rischi connessi alla navigazione in internet con l’uso indiscriminato dei social network.

Inoltre è stata illustrata la nuova applicazione “Youpol”, grazie alla quale si possono segnalare, anche in forma anonima, episodi di spaccio di sostanze stupefacenti e bullismo. Sono in calendario nelle prossime settimane ulteriori incontri presso altri istituti scolastici di Licata nel corso dei quali la polizia di Stato fornirà agli studenti altri spunti di riflessione, per favorire un percorso virtuoso di crescita sui valori della legalità e della responsabilità, nell’ambito della filosofia di prossimità e di vicinanza alla società civile ed al mondo scolastico.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bullismo e pericoli su internet, la polizia incontra gli studenti

AgrigentoNotizie è in caricamento