rotate-mobile
Licata Licata

Assistenza agli alunni disabili, il Comune replica a Pullara: "Sempre massima attenzione ai più deboli"

L'amministrazione specifica che il servizio è già attivo. Prevista nei prossimi giorni una seduta all'Ars

Si infiamma il dibattito a Licata in merito alla presunta mancata attivazione del servizio di assistenza scolastica per gli studenti disabili. Dopo gli "affondi" del deputato regionale Carmelo Pullara (che nei prossimi giorni audirà l'amministrazione comunale all'Ars) a replicare sono il sindaco Giuseppe Galanti e l’assessore ai Servizi sociali Calogero Scrimali.

"La materia socio-assistenziale rientra tra i compiti d'istituto degli Enti Locali - sottolinea il sindaco Galanti -  e pertanto, abbiamo l'obbligo morale ed istituzionale di porre in essere servizi di assistenza a salvaguardia dell'integrità e dell'inclusione degli alunni disabili che si caratterizzino per la loro qualità migliorativa, aggiuntiva e integrativa rispetto alle ordinarie prestazioni di competenza del personale Ata, dipendente dell'Istituzione scolastica, così come stabilito dal D.LGS. n. 66/2017 e dal parere del CGA n. 115/2020. L'attenzione verso i più deboli è stata tenuta sempre alta da questa amministrazione, - conclude Galanti - soprattutto verso gli alunni in difficoltà, attraverso servizi migliorativi ed integrativi sia in ambito scolastico che nel tempo libero".

"È stata nostra cura – aggiunge l'assessore Scrimali - garantire agli alunni un progetto personalizzato essenziale per il raggiungimento della piena integrazione nell'ambito della vita familiare, sociale e nei percorsi dell'istruzione scolastica, attivando, ad inizio anno scolastico, il servizio integrativo di igiene e cura nelle scuole. Attualmente, stiamo fornendo assistenza con personale specializzato a complessivi  43 alunni. Purtroppo, il deputato è stato informato male, da chi naturalmente cerca solo di danneggiare il lavoro svolto, malgrado le grosse difficoltà economiche dell'Ente, per sostenere i nostri ragazzi e accompagnarli nella realizzazione del loro progetto di vita. I dati sopra descritti possano servire al deputato, - conclude Scrimali - nel corso dell'incontro della Commissione che si riunirà a Palermo, al fine di mettere in risalto l'efficienza e la sensibilità di quanti operano nel settore".

La risposta di Pullara

“In merito alla mancata attivazione  nel comune di Licata del servizio di assistenza scolastica per gli alunni disabili il sindaco Galanti e l'assessore ai Servizi sociali Calogero Scrimali  - dice Pulalra - non devono replicare al sottoscritto ma ai bambini, alle famiglie, ai lavoratori e ai sindacati. Leggo sulla stampa la replica del sindaco di Licata Giuseppe Galanti e dell'Assessore Scrimali in seguito alla mia convocazione nella commissione speciale di indagine e di studio per il Monitoraggio dell'attuazione delle leggi in merito alla mancata attivazione del servizio di assistenza scolastica per gli alunni disabili. Ebbene loro domani avranno la possibilità replicare o meglio spiegare alla commissione le loro ragioni. Se proprio non riescono a stare in silenzio -aggiunge Pullara - o rivolgersi ai giusti interlocutori, ovvero nei luoghi preposti, spieghino alla città perchè l'elipista è chiusa ed un paziente in gravi condizioni, che urge soccorso immediato, è costretto a farsi 50 km in ambulanza  prima di essere trasferito in elisoccorso mettendo a rischio la propria vita. Questa non è la casa del Grande Fratello, ma la vita vera".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assistenza agli alunni disabili, il Comune replica a Pullara: "Sempre massima attenzione ai più deboli"

AgrigentoNotizie è in caricamento