menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Angelo Cambiano

Angelo Cambiano

Emergenza rifiuti a Licata, Cambiano: "Liberarci dalla Dedalo Ambiente"

Il primo cittadino: "La soluzione è gestire in house i rifiuti, con conseguente riduzione dei costi"

È di nuove allarme rifiuti a Licata. Secondo il sindaco Angelo Cambiano, la Dedalo Ambiente, rappresenta "il fallimento delle privatizzazioni effettuate dalla politica da 10 anni a questa parte. Nonostante avevamo avuto la possibilità di uscire immediatamente da questa conduzione già dal mese di febbraio 2016, grazie alla proposta dell'amministrazione comunale che prevedeva la gestione in  house dei rifiuti, con conseguente riduzione dei costi, ad oggi, siamo imbrigliati ancora in tale situazione. Fra qualche settimana, probabilmente potremo festeggiare la 'liberazione' dalla Dedalo Ambiente, grazie al percorso intrapreso da questo esecutivo che, in ossequio al programma elettorale, e convinto della bontà del progetto, ha proposto alla Srr (Società di Regolamentazione Rifiuti) di gestire il modulo Licata in house".

"Il nuovo servizio  - conclude il sindaco Cambiano - rappresenterà una sfida per questa amministrazione, un impegno maggiore ed una attenzione sempre costante, per il raggiungimento di standard ottimali nella pulizia della Città, contestualmente ad una accurata gestione che porti ad una riduzione dei costi e, quindi, dei tributi a carico dei miei concittadini”.     

Intervenendo sull'argomento, l'assessore al Bilancio ed alla gestione dei rifiuti solidi urbani, Angelo Sambito, così afferma: "La gestione commissariale della Dedalo addebita al Comune di Licata la mancanza di liquidità. A mio avviso, invece, il Commissario  dovrebbe spiegare come  utilizza, per legge, i soldi versati dai Comuni - soci. Addossare le colpe per la mancanza di liquidità ai Comuni è come nascondere la testa sotto la sabbia per non  riconoscere la realtà. Una realtà che ci mostra come, da un anno a questa parte, la gestione commissariale della Dedalo ha diminuito i servizi in città, pur avendo, questo Comune, per i primi sette mesi del 2016, versato in anticipo le somme dovute per il pagamento degli stipendi che, tra l'altro, agli operai, sono stati liquidati con un mese di ritardo. A queste condizioni, è chiaro che, non è più possibile continuare ad essere sottomessi alla gestione della Dedalo Ambiente dalla quale contiamo di uscire al più presto, così come auspicato anche dal sindaco e da tutta l'amministrazione comunale in carica".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento