LicataNotizie

Lunghe file per i mastelli, spintonato un operatore: interviene la polizia

Uno dei facilitatori ambientali che opera per conto delle ditte che gestiranno il servizio è stato minacciato

foto archivio

Lunghe file, gente esausta e postazioni insufficienti: la consegna dei kit della raccolta differenziata, diventa un caso da risolvere. Secondo quanto fa sapere l’edizione odierna del quotidiano La Sicilia, a Licata è stato aggredito il personale che dovrebbe consegnare i mastelli. Il parapiglia è successo nella scuola elementare “Angelo Parla”, dove sul posto è dovuta intervenire la polizia.

Uno dei facilitatori ambientali che opera per conto delle ditte che gestiranno il servizio è stato minacciato e spinto fisicamente da una persona che stava aspettando.

Alla base di tutto questo, ci sarebbero, dei turni estenuanti. Lunghe file per ritirare i kit della differenziata. L’appello dei licatesi è quello di aumentare postazioni, sembrerebbe l’unica strada da percorrere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, traffico di droga e politica: scatta l'operazione "Oro bianco": 12 arresti, ecco i nomi

  • Il Coronavirus fa paura: Licata +26 contagiati, altri 30 positivi a Ravanusa, 10 a Favara, 9 a Montevago e 7 a Sambuca

  • Fiumi di droga, estorsioni, minacce e il "braccetto" con la politica: ecco i dettagli dell'operazione "Oro bianco"

  • Scontro fra due auto nella zona industriale, muore impiegata 62enne

  • Rimorchio si sgancia da tir e travolge auto: due feriti, uno in gravi condizioni

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore (+79 in provincia): la Sicilia presto sarà "zona rossa"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento