rotate-mobile
Aica / Licata

Si ferma anche l’acquedotto Ancipa – Blufi, gestito da Siciliacque: possibili disagi a Licata

Aica al lavoro per garantire l’acqua agli ospedali e idranti e ultimare gli interventi così da ripristinare le forniture idriche ai comuni interessati

Ancora problemi in provincia di Agrigento in termini di approvvigionamento delle risorse idriche. Aica, infatti, comunica che si è ferma to anche l’acquedotto Ancipa – Blufi, gestito da Siciliacque, con conseguenti ripercussioni sulla distribuzione idrica a Licata, nelle zone servite dal serbatoio Safarello.

La sospensione dell’acquedotto Ancipa – Blufi si somma alle interruzioni avvenute nel tardo pomeriggio di ieri, della condotta del Voltano (zona fiume Platani) che ha causato l’interruzione della fornitura ai comuni di Sant’Angelo Muxaro, Santa Elisabetta, Raffadali, Joppolo Giancaxio, Agrigento (limitatamente alle frazioni di Giardina Gallotti e Montaperto) e la riduzione della fornitura idrica ai comuni di Favara, Aragona, Comitini, Porto Empedocle (zone servite dai serbatoi San Calogero e Caliato), Agrigento (Fontanelle, San Michele, zona industriale, via Unità d’Italia e zone alimentate dal serbatoio Madonna delle Rocche) e della condotta del Favara di Burgio, anche questa gestita da Siciliacque, a causa di un incendio sviluppatosi ieri, con conseguente sospensione della fornitura idrica ai comuni di Ribera, Calamonaci, Montallegro, Cattolica Eraclea, Siculiana, Realmonte, Porto Empedocle (zone alimentate dai serbatoi Pero e Crasto), Agrigento (centro città e frazioni di Villaggio Mosè, San Leone, Villaggio Peruzzo, Villaseta, Monserrato), Licata (aree servite dai serbatoi Sant’Angelo alto e basso, Poggio Cofino e Gagliano).

Per garantire, comunque, un apporto idrico minimo per alimentare nel migliore dei modi le utenze sensibili (ospedali e idranti), Aica sta incrementando l’apporto idrico sull’acquedotto Favara di Burgio tramite l’acqua che arriva dai campi Pozzi di Sciacca con conseguente riduzione della fornitura a Sciacca dove è dunque possibile il verificarsi di disservizi.

Aica, infine, chiede ai cittadini di “utilizzare l’acqua con parsimonia per superare le attuali difficoltà che, si auspica, risolvere nel giro di breve tempo. Comprendiamo il disagio di limitare l’uso della risorsa idrica, dettato soprattutto dalle attuali condizioni climatiche. Aica sta facendo il possibile, nell’ambito delle proprie competenze, per ripristinare il funzionamento delle condotte e, di conseguenza, le opportune forniture idriche ai comuni interessati”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si ferma anche l’acquedotto Ancipa – Blufi, gestito da Siciliacque: possibili disagi a Licata

AgrigentoNotizie è in caricamento