Licata

Licata, infermiere aggredito al pronto soccorso

Il sanitario, un cinquantenne, è stato preso a pugni da un coetaneo che aveva portato il padre all'ospedale. Il responsabile del reparto ha sporto denuncia alla polizia

Un infermiere in servizio al pronto soccorso dell’ospedale San Giacomo d’Altopasso di Licata è stato aggredito, nella tarda mattinata di oggi, mentre si stava occupando del triage.

Il responsabile del reparto, Carmelo Castiglione, ha sporto denuncia al commissariato di polizia e gli agenti hanno avviato le indagini per ricostruire l’accaduto.

Ad aggredire l’infermiere, mentre era al lavoro, sarebbe stato un cinquantenne che aveva accompagnato l’anziano padre in ospedale per un malore.

Stamani, come accade ogni giorno soprattutto in estate, in tanti attendevano il proprio turno nella sala d’aspetto del pronto soccorso. Il cinquantenne, forse stanco di aspettare, secondo la ricostruzione degli inquirenti è entrato nella sala del triage ed ha sferrato un pugno all’infermiere in servizio. Il sanitario è stato, perciò, costretto a ricorrere alle cure dei suoi stelli colleghi. E’ stato giudicato guaribile in tre giorni. Si tratta, purtroppo, dell’ennesima aggressione registrata al pronto soccorso di Licata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licata, infermiere aggredito al pronto soccorso

AgrigentoNotizie è in caricamento